Menu Principale

Periodo VII, Tardo Calcolitico 3-4 (3750-3400 a.C.)

home

La prima occupazione di Arslantepe risale almeno al VI millennio a.C. ma i più antichi livelli di abitato raggiunti su ampie estensioni si riferiscono al Tardo Calcolitico, periodi VIII (4200-3900 a.C.) e VII (3800-3400 a.C.) della sequenza del sito. protostatali del Vicino Oriente. Nell'area nord-est della collina si trovano abitazioni in mattoni crudi di una o due stanze, in qualche caso decorate da pitture geometriche in rosso, nero e bianco, aree di lavoro con forni, e sepolture sotto i pavimenti delle case. Più in alto, sulla sommità del tell erano collocati gli imponenti edifici di rappresentanza con muri in mattoni crudi spessi 1-1,20 m, articolati in complessi diversificati. Nell'area più settentrionale si trovavano aree di lavoro e conservazione ed edifici a carattere privato, tra cui un grande edificio con tracce di pitture geometriche in rosso e nero e colonne in mattoni crudi e fango rivestite di intonaco lungo le pareti. Il periodo VII comprende sette livelli d'abitato, con evidenze archeologiche che testimoniano il ruolo centrale del sito nella regione di Malatya e la sua piena partecipazione alla formazione delle società.

home

Il periodo VII comprende sette livelli d'abitato, con evidenze archeologiche che testimoniano il ruolo centrale del sito nella regione di Malatya e la sua piena partecipazione alla formazione delle società. L'edificio doveva essere nato con una funzione di rappresentanza, forse legata all'abitazione di capi o personaggi preminenti, dal momento che non vi sono segni riconoscibili di un suo uso religioso o amministrativo, ma sul pavimento sono stati trovati oggetti simbolici o di prestigio quali una testa di mazza in calcare e un oggetto in ceramica simile agli idoletti a occhi di Tepe Gawra e Tell Brak. Accanto a questa struttura si ergeva un grande edificio a pianta tripartita, probabilmente un tempio, che misurava 22x20 m e si innalzava su una piattaforma di grandi lastre di pietra e mattoni crudi, secondo un modello mesopotamico.

home

I materiali ritrovati all'interno sono invece locali, come le centinaia di ciotole trovate in questo tempio e negli edifici ad esso connessi, che, a differenza di quelle mesopotamiche, sono fatte al tornio lento. Insieme alle ciotole sono state trovate anche numerose cretule con le impronte di sigillo, indizio che nell'edificio dovevano svolgersi attività di redistribuzione di alimenti in contesto cerimoniale o come compenso per lavoro obbligatorio. Le attività artigianali specializzate, quali la metallurgia e la produzione ceramica in serie, suggeriscono forme complesse di organizzazione del lavoro, anche se non ancora sotto il controllo centrale, come suggerirebbero i numerosi marchi da vasaio riconosciuti. La cultura Tardo Calcolitica di Arslantepe ha forti somiglianze con quella di altri siti della valle dell'alto Eu frate, della Siria nord-occidentale e della pianura dello 'Amuq. Sono numerosi gli elementi di collegamento con le contemporanee culture dell'alta Mesopotamia, ma sono assenti le ampie relazioni con le aree meridionali che avevano caratterizzato il precedente periodo di Ubaid.

Messaggio di errore

User warning: The following module is missing from the file system: imagcache_actions. For information about how to fix this, see the documentation page. in _drupal_trigger_error_with_delayed_logging() (line 1138 of /opt/webhost/arslantepe/includes/bootstrap.inc).