partner

Aziende Partner A.A. 2019/2020

  Il Patrocinio di CIP

 

Grazie all’approvazione del Decreto Legislativo n. 43 del 27 febbraio 2017 il Comitato Italiano Paralimpico ha ottenuto il riconoscimento formale di Ente Pubblico per lo sport praticato da persone disabili, mantenendo il ruolo di Confederazione delle Federazioni e Discipline Sportive Paralimpiche, sia a livello centrale che territoriale, con il compito di riconoscere qualunque organizzazione sportiva per disabili sul territorio nazionale e di garantire la massima diffusione dell’idea paralimpica e il più proficuo avviamento alla pratica sportiva delle persone disabili.

 

L'Eroica è ispirata al ciclismo classico, dal ciclismo in bianco e nero raccontato nei giornali dei primi del '900 a quello del duello tra Bartali e Coppi fino ai tempi più recenti in cui, però, si usavano ancora le gabbiette ai pedali e le leve del cambio sul tubo obliquo. Per convenzione si è scelto l'anno 1987 come anno di confine tra il ciclismo classico e la modernità.
Nella nostra pagina diamo le linee guida per partecipare ai nostri eventi.

Attraverso la propria attività, la Federazione Italiana Rugby promuove e sostiene valori che sono espressione caratterizzante del movimento che rappresenta.

Il Rugby sviluppa ed assume un ruolo fondamentale nella condivisone e diffusione dei principi posti in essere abitualmente da chi lo pratica, dentro e fuori dal campo. L’attività di sensibilizzazione attraverso i temi sociali che lo sport diffonde trova concreta applicazione in progetti che FIR promuove autonomamente, o condivide con le proprie Società affilate e con i propri tesserati, parte integrante e imprescindibile del movimento rugbistico italiano.

La Federazione Italiana Sport Equestri (F.I.S.E.), deriva dalla Società per il Cavallo Italiano (S.C.I.), ed è stata fondata a Roma nel 1926. È affiliata alla Federazione Equestre Internazionale (F.E.I.) dalla quale è riconosciuta come unica rappresentante degli sport equestri a livello olimpico per l'Italia, ad oggi il suo Presidente è il Cavaliere Vittorio Orlandi e il Segretario Generale l'avvocato Walter Caporizzi.
La FISPIC è la Federazione Sportiva Paralimpica cui il CIP, Comitato Italiano Paralimpico, ha demandato la gestione, l'organizzazione e lo sviluppo dell'attività sportiva per ipovedenti e ciechi. La FISPIC raggruppa le discipline del goalball, del torball, del calcio a 5 B1 e B2/3, dello judo e dello showdown. La sua costituzione è avvenuta in due fasi: la prima ha avuto luogo il 19 giugno 2010 con l'approvazione della Carta Statutaria mentre, in una seconda fase, in data 25 settembre 2010, si è proceduto all'elezione del Presidente e dei Consiglieri Federali.

La Federazione Italiana Sport Paralimpici e Sperimentali (FISPES) vede le sue origini dalla fusione degli ex Dipartimenti Sportivi del Comitato Italiano Paralimpico (CIP) 3 – Atletica Leggera, 4 Sport con le Armi dal quale eredita la Scherma e il Tiro a Segno, e dal 6 Sport con la palla per la competenza nelle Bocce.
Nel quadriennio 2018/2020 alla Federazione è demandato il coordinamento e l’organizzazione delle seguenti discipline:

– Atletica Leggera praticabile da soggetti deambulanti e non, di tutte le disabilità fisiche e sensoriali.
– Rugby in Carrozzina, riservata a soggetti non deambulanti con lesioni equiparabili alla tetraplegia.
– Calcio per disabili fisici (Calcio a 7 soggetti deambulanti affetti da cerebrolesioni lievi, Calcio Amputati e Powerchair Football per soggetti con cerebrolesioni gravissime).

RIGHT HUB è un’iniziativa progettata per sostenere l’Economia Sociale e il Terzo Settore (cooperative e imprese sociali, di produzione e lavoro, consorzi, imprese B Corp, e tutte le organizzazioni non profit) nella costruzione di un proprio sistema di competenze e di relazioni, in grado di favorire una più fruttuosa e organica integrazione con il mercato for profit. RIGHT HUB è un orientatore per navigare nel nuovo mercato sempre più fluido e “ibrido”, che nasce dall’incontro tra i bisogni delle comunità e il mondo dell’impresa, con la padronanza necessaria al raggiungimento di obiettivi sociali ed economici.

L'ANTICA CORSA DEI BERBERI

Il palio dei barberi era una gara ippica e una festa popolare in varie città, tra cui Roma, Firenze, Padova, Chieti, Pistoia (oggi giostra dell'orso). Una versione si disputa ancora oggi a Ronciglione. Il Carnevale romano contava su una lunga tradizione di tornei e corse quando nel 1462, con l'elezione al pontificato di papa Paolo II, venne appositamente realizzata l'attuale via del Corso, allora via Lata. Di tutte le corse del Carnevale romano, la corsa dei cavalli barberi era l'evento principale. I cavalli “scossi” venivano raggruppati proprio sotto l'obelisco di piazza del Popolo accanto al quale venivano costruite delle tribune dalle quali le persone più ricche e potenti della città potevano assistere da vicino alla partenza della gara. Le altre persone affittavano dei posti lungo la via Lata per assistere alla corsa. I balconi che affacciavano sulla via erano gremiti di gente che lanciava fiori e confetti ai forestieri, e adornati con drappi e broccati. Nei momenti che precedevano la partenza, i cavalli erano tenuti dai barbareschi (gli odierni stallieri) con difficoltà perché aizzati e infastiditi da spilli inseriti in palle di pece che venivano attaccate sulla loro groppa. Quando si udivano gli spari a salve, tutti sapevano che la Corsa era cominciata. I cavalli venivano lanciati lungo via del Corso verso piazza Venezia, dove un grosso drappo sospeso in aria segnava la fine del percorso. L'arrivo e la “cattura” dei cavalli scossi, intimoriti e per nulla propensi a fermarsi di fronte ai barbareschi sono ricordati come momenti estremamente spettacolari per quella folla vogliosa di emozioni forti. Tanti nobili, reali, artisti e viaggiatori accorrevano a Roma per la corsa e ne lasciarono traccia nei loro scritti fino all'unità d'Italia quando, nel 1874, Vittorio Emanuele II decise di abolire per sempre questo evento. Questo fatto segnò così l'inizio del declino del Carnevale romano.

 

Atleticom è una società di servizi che nasce nel 2000 da un'​idea del suo fondatore, nonché attuale amministratore unico Camillo Franchi Scarselli. Da oltre 15 anni opera nel campo del marketing sportivo, attraverso la creazione di progetti di Comunicazione per Federazioni/Enti/Aziende e nell'organizzazione di eventi sportivi di caratura nazionale e internazionale. Il team di Atleticom è composto da persone specializzate nello sviluppo, programmazione e grafica web, nella pianificazione e gestione di progetti integrati di marketing/comunicazione e nell'organizzazione di eventi sportivi. Alla passione per lo sport, il web e le nuove tecnologie si aggiunge la formazione, l'esperienza e la professionalità maturata nel corso degli anni, attraverso la partecipazione e la gestione di importanti progetti di marketing e comunicazione.
Gli obiettivi della comunicazione Uisp sono: informare sui valori sociali dello sport (ambiente, solidarietà, inclusione, socialità) e sulle campagne che puntano a migliorare gli stili di vita delle persone, contrastando fenomeni quali l’obesità e la sedentarietà; costruire una cultura della comunicazione sociale, interna ed esterna, diffusa e condivisa con il sistema dei media; affermare la logica di sistema e formare operatori su tutto il territorio nazionale sulla comunicazione sociale e sportiva; implementare servizi e contenuti multimediali della piattaforma nazionale www.uisp.it.
Il CEPIB è un centro di psicologia e psicoterapia in cui si utilizzano innovative tecniche e moderne metodologie integrate per la conoscenza del Sé, la crescita e il potenziamento personale, lo sviluppo e la gestione delle proprie risorse per il raggiungimento del benessere individuale.
Fondato nel 2003 il Centro di Psicologia Integrata per il Benessere è un’associazione di qualificati professionisti esperti di valutazione e di sviluppo della personalità.
 

 

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma