Attività extracurriculari

Italiano

 

Presentazione
Le attività extracurriculari si differenziano dalle "attività a scelta dello studente" previste dagli ordinamenti didattici 270 per ciascun corso di laurea in quanto non consistono in esami relativi a moduli attivati nei corsi di Laurea sia triennale che magistrale del Dipartimento, della Facoltà o di altre Facoltà della Sapienza.
Si tratta invece  di attività seminariali, seminari con prova/verifica finale, moduli didattici e laboratoriali che i Corsi di Studio riconoscano come utili a sviluppare le soft skills o le conoscenze utili per l'inserimento nel mondo del lavoro.
N.B. Lo studente deve verificare, in fase di compilazione del proprio piano formativo, la compatibilità delle attività disponibili tra quelle offerte.
 
LM Media, comunicazione digitale e giornalismo a.a. 2021/2022

Per l’a.a. 2021/2022, l’ordinamento del corso di Laurea Magistrale in Media, Comunicazione Digitale e Giornalismo prevede all’interno del percorso formativo, al primo anno di Corso, 3 cfu per “TIROCINI E ALTRE CONOSCENZE UTILI PER L'INSERIMENTO NEL MONDO DEL LAVORO”, per i quali è verbalizzante il Prof. Christian Ruggiero. Tra le attività verbalizzabili, sono compresi: 
- seminari universitari con prova/verifica finale o moduli didattici e/o laboratoriali riconosciuti come professionalizzanti dal Corso di Studio; 
- corsi di formazione o alta formazione svolti in Sapienza o presso altre Istituzioni universitarie riconosciute che diano diritto ad almeno 3 cfu (vedi i corsi di formazione del CoRiS; vedi i corsi di formazione Sapienza; vedi i corsi di alta formazione del CoRiS; vedi i corsi di alta formazione Sapienza). 

Le richieste circa la riconoscibilità di seminari/laboratori o corsi di formazione saranno valutate da una apposita Commissione composta dalla Presidentessa del Corso di Studio, Prof.ssa Silvia Leonzi e dal Prof. Christian Ruggiero, inviando una mail ai seguenti due indirizzi: mediacomdigitale_giornalismo.lm19@uniroma1.it e christian.ruggiero@uniroma1.it 
Una volta ottenuta l’autorizzazione della Commissione, il/la richiedente potrà iscriversi alle finestre di verbalizzazione di TIROCINI E ALTRE CONOSCENZE UTILI PER L'INSERIMENTO NEL MONDO DEL LAVORO (cfu:3) aperte su Infostud dal Prof. Ruggiero. 

Modulo Bejour
Il progetto BEJOUR si propone di sfidare una certa disattenzione che media italiani mostrano nei confronti dell’UE, cercando di introdurre nel giornalismo italiano, attraverso la formazione dei futuri professionisti dell’informazione, un punto di vista più europeo e una più evidente sensibilità in questo ambito. Per far questo, BEJOUR si avvale di un virtuoso interscambio tra conoscenza scientifica e competenza giornalistica: interverranno nel corso delle lezioni e dei laboratori numerosi esponenti del mondo del giornalismo europeo. BEJOUR opera in stretta sinergia con il progetto interateneo “Una finestra sull’Europa”, attivo nel Dipartimento già dal 2011 in collaborazione con Metro News Italia, EuNews e AffarInternazionali.it.
 
Il modulo si articola in 12 incontri, di cui tre dedicati ad una panoramica generale sull’organizzazione e il funzionamento dell’Unione europea e nove dedicati a laboratori giornalistici (stampa, radio, online).
Al termine di ogni incontro, agli studenti verranno assegnati task formativi da portare a termine per l’appuntamento successivo.
 
La partecipazione assidua e costante a BEJOUR darà luogo all’acquisizione di 3 cfu, che potranno essere verbalizzati nell’ambito delle “attività extracurriculari”, previo inserimento nel proprio percorso formativo del modulo AAF1985 TIROCINI E ALTRE CONOSCENZE UTILI PER L'INSERIMENTO NEL MONDO DEL LAVORO (verbalizzante Prof. Ruggiero).
La memoria del tempo e dei luoghi: Roma e il passato coloniale
Il seminario si inserisce nel percorso di revisione storiografica che da alcuni anni sta facendo riemergere, anche in Italia, il passato coloniale nazionale, a lungo trascurato, dimenticato, rimosso. 
Ricostruisce questo passato mettendo al centro della riflessione il patrimonio ereditato - monumenti, musei, nomi di strade - evocando così la sua dimensione materiale, simbolica e visuale. 
In particolare, l’iniziativa pone un’attenzione specifica alla toponomastica di Roma, attraverso percorsi che ne evidenzieranno alcuni forti riferimenti coloniali, ormai quasi completamente ignorati. 
L’iniziativa sarà articolata in una giornata seminariale con la partecipazione di studiosi esperti di questi temi, l’8 novembre mattina (9.30-14.30) nella Sala Lauree del Dipartimento di Scienze politiche, p.le A. Moro, 5 (se necessario, sarà possibile collegarsi on line) e in due trekking urbani, a cura dal collettivo Tezeta e dell’Aps Casetta Rossa, nei quartieri Africano e Garbatella di Roma, il 6 e il 13 novembre, dalle 0re 10 in poi. 
Il riconoscimento dei 3 cfu verbalizzante Prof. Cilento (scheda di iscrizione) sarà vincolato alla partecipazione a tutti e tre i momenti formativi e al superamento di una prova di idoneità, consistente nella preparazione e presentazione in gruppi - a partire dagli strumenti acquisiti e dalle nozioni apprese nel corso delle tre giornate di lavoro - di un prodotto originale, attraverso l’utilizzo, anche congiunto, di diverse possibili forme espressive a scelta dagli studenti: scrittura, comunicazione orale, fotografie, riprese video, interviste, musica, ecc. 
 
Saranno ammessi al seminario i/le primi/e 25 studenti/studentesse dei corsi di laurea in Scienze Politiche e relazioni internazionali (L-36), Cooperazione internazionale e sviluppo (L37), Relazioni internazionali (LM-52) Scienze della politica (LM-62), Scienze dello sviluppo e della cooperazione internazionale (LM81) che presenteranno domanda. Le domande dovranno essere inviate, via mail, all’indirizzo giovanni.ruocco@uniroma1.it entro le ore 14 di mercoledì 3 novembre, utilizzando il file allegato. 
Seminari presso Porta Futuro Univerità
Il percorso “Soft Skills” prevede le seguenti attività articolate nei 6 punti qui descritti:
 
PUNTO 1) Scaricare il modulo “scheda di iscrizione alle attività di Porta Futuro Lazio” per Soft Skills in allegato
ed inviarlo a info@portafuturolazio.it e marco.cilento@uniroma1.it;
IL CONTEGGIO DELLE ORE AVVERRA’ SOLAMENTE A PARTIRE DALLA RICEZIONE DEL DOCUMENTO.

 
PUNTO 2) scegliere tra seminari formativi/eventi/orientamento professionale e/o imprenditoriale-giuslavoristico; Il numero totale delle ore per l’ottenimento dei CFU deve essere pari a 27.
Dovrà inviare una mail a info@portafuturolazio.it per comunicare le scelte effettuate al fine di permettere allo staff di PFL di aggiornare il file di monitoraggio realizzato per ogni studente; Sul sito https://portafuturolazio.it/ , più precisamente nella sezione “attività”, potrà individuare il calendario con le date ed i titoli delle attività di Suo interesse; dovrà escludere tra le scelte le attività denominate “tandem linguistici”, “Recruitment day” e “Happy hour”, in quanto non intese come attività di formazione, sono valide solo le attività Area Formazione.
SI fa presente che la presenza ai WEBINAR verrà verificata tramite un tutor d’aula: attraverso l’interazione sarà accertata la partecipazione per l’intera durata dell’attività.

 
La presenza in AULA invece sarà verificata tramite una firma in entrata e in uscita che studenti/cittadini dovranno apporre sull’apposito modulo e l’appello durante l’attività formale.
Per esigenze potrà inviare una mail ad info@portafuturolazio.ito comunicare col tutor d’aula.
*qualora decida di non frequentare attività seminariali alle quali si è già iscritto compilando il format on line, La invitiamo a cancellare la prenotazione per consentire ad un altro studente/cittadino di partecipare.

 
E' molto importante, come sopra indicato, ricordare di inviare sempre tramite mail, una comunicazione con i seminari che intende frequentare: potrà inviare un'unica mail oppure in diverse occasioni; l'importante sarà che PFL sia al corrente delle Sue scelte.
Potrà scegliere le attività in una qualsiasi delle 8 sedi PFL (https://portafuturolazio.it/network.aspx).

 
Dopo aver selezionato i corsi/seminari formativi/eventi di Suo interesse, dovrà iscriversi attraverso il “form” che troverà a fine testo descrittivo del seminario stesso e comunicare, tramite e-mail a info@portafuturolazio.it, titolo dell’evento, data e sede presso la quale verranno svolti.
Se dovesse risultare in lista d’attesa, per i seminari che si svolgeranno nella sede di PFL Città Universitaria - Via Cesare de Lollis 22, Le comunichiamo che, in virtù del percorso Soft Skills, Le garantiamo la possibilità di partecipare, solo iscrivendosi al seminario prescelto tramite l’apposito form presente sul sito in corrispondenza all’evento stesso e comunicandolo allo staff di PFL.
Qualora risultasse in lista di attesa nelle altre sedi non garantiamo questo stesso trattamento La invitiamo eventualmente a contattare la sede di riferimento. Troverà i contatti attraverso il link di seguito: https://portafuturolazio.it/contatti.aspx
 
Lo español en el Paisaje Lingüístico de la ciudad de Roma – La lingua spagnola nel Paesaggio Linguistico della città di Roma
Coordinatore scientifico: Laura Mariottini

Presentazione:
Il presente seminario si inserisce nella linea di ricerca portata avanti negli ultimi anni dalla proponente e nel quadro teorico del Linguistic Landscape, un paradigma nato negli anni 90 per rispondere alla necessità di descrivere le nuove città plurilingui. Gli studiosi che lo hanno coniato, Landry e Bourhis, lo definiscono come: “the language of public road signs, advertising billboards, street names, place names, commercial shop signs, and public signs on government buildings combines to form the linguistic landscape of a given territory, region, or urban agglomeration”.
Nella società attuale l’aumento della mobilità ha contribuito a trasformare l’organizzazione spaziale delle relazioni sociali, culturali e linguistiche. Lo spazio urbano, al contempo riflesso e indice del cambiamento, diventa una scena comunicativa in cui si mantengono vecchie identità e se ne costruiscono di nuove. “La città è un luogo di discorsi: è costruita con la lingua e da questa è tenuta insieme” (Il linguaggio come semiotica sociale, Halliday 1983).
Roma è una città cosmopolita e superdiversa (Vertovec 2007), caratterizzata da un’alta concentrazione di comunità latinoamericane, molto attive negli affari e nelle associazioni etniche, e da una grande presenza di giovani immigrati di “seconda generazione” e di “hablantes de herencia” (heritage speakers) nelle scuole secondarie e nei corsi universitari.
Analizzare il paesaggio linguistico della capitale diventa dunque indispensabile e funzionale per comprendere i nuovi scenari: spazi multiculturali, percepiti, vissuti e agiti, che prendono forma continuamente attraverso pratiche performative di riterritorializzazione.

 
Con tali premesse, gli obiettivi e le fasi del presente seminario sono i seguenti:
 
I fase
- riflettere sugli strumenti teorici e metodologici alla base del PL
- costruire una cassetta degli attrezzi per la osservazione empirica dei dati adattata al contesto proprio dello spagnolo nella città di Roma

 
II fase
- ricerca-azione: osservazione e raccolta dei dati

 
III fase
- analisi

 
IV fase
- restituzione e valutazione: presentazione di un lavoro finale multimediale e (situazione sanitaria permettendo) organizzazione di una esposizione fotografica presso i locali della facoltà dal titolo “Lo español en Roma”
 
Programma Incontri (date e ore)

I fase
4 aprile h. 10-12: strumenti teorici (incontro online)
11 aprile h. 10-12: strumenti metodologici (incontro online)

 
II fase
13 aprile h. 10-12: uscita per prima osservazione e raccolta dati.
Divisione in gruppi da 5 persone e individuazione delle 10 zone da mappare per l’osservazione e la raccolta dei dati (ore di lavoro individuale)

 
III fase
9 maggio h. 10-12: Messa in comune, catalogazione e analisi dei dati raccolti (incontro online)
16 maggio h. 10-12: Messa in comune, catalogazione e analisi dei dati raccolti (incontro online)
23 maggio h. 10-12: Messa in comune, catalogazione e analisi dei dati raccolti (incontro online)
Preparazione del lavoro multimediale finale (ore di lavoro individuale)
 
IV fase
30 maggio: Valutazione dei lavori e allestimento esposizione fotografica
 
  • Numero studenti ammessi: 50
  • Periodo di svolgimento: Aprile-Maggio 2022
  • Modalità di valutazione: Presentazione di un lavoro di gruppo finale multimediale. Allestimento di una esposizione fotografica
  • CFU attribuiti: 3CFU
  • Specifiche:
    Aperto a tutti gli studenti dei corsi di laurea triennale (specialmente L16, L36, L37) con conoscenza della lingua spagnola.
    La presenza è obbligatoria a tutti gli incontri. Per acquisire i 3 CFU è necessario produrre il lavoro di gruppo multimediale finale e partecipare altresì all’organizzazione della esposizione fotografica.
     
  • Iscrizione:
    Per iscriversi compilare il modulo al link:
    https://docs.google.com/forms/d/1iXduo2XoQKE68HqWJAs4gPAeQ3PM00eTKwsXn2RToYg/edit
    Saranno ammessi i primi 50 studenti iscritti che soddisfino i requisiti indicati nelle specifiche
 
XXXI Corso Universitario Multidisciplinare di Educazione ai Diritti – CUMED
"XXXI Edizione del CUMED, il Corso universitario multidisciplinare di educazione ai diritti promosso dall'UNICEF, presso la Facoltà di Lettere e filosofia.
 
Il corso dà diritto a 3cfu di Attività seminariali o Soft skills per gli studenti della L-37 e della LM81. Al seguente link tutte le informazioni:
https://www.unicef.it/comitati-locali/roma/roma-xxxi-corso-universitario-multidisciplinare-di-educazione-ai-diritti-cumed/
 
CIVIS – EuFood (European FoodScapes)
Il progetto è stato finanziato nell’ambito dell’ Hub 4 – Cities, Territories, and Mobility della rete CIVIS – A European Civic University. Ha una durata di 12 mesi, coinvolge 60 studenti e 10 docenti di 4 università della rete CIVIS  - Eberhard Karls Universität Tübingen, Sapienza Università di Roma, Universidad Autónoma de Madrid, University of Bucharest
 
Il Progetto intende sperimentare metodologie di didattica internazionale, integrata e innovativa con approcci multidisciplinari al tema dei FoodScapes.
 
Sono previste le seguenti attività formative che si svolgeranno nel periodo marzo-agosto 2022:
 
  • Un ciclo di lezioni tenute da alcuni dei dieci docenti, in lingua inglese, che gli studenti seguiranno in modalità asincrona attraverso piattaforma digitale in via di definizione, probabilmente Moodle. Le lezioni saranno disponibili per la fruizione a partire da marzo 2022.
  • Un primo workshop on line (previsto per il 26 aprile 2022, dalle 15.30 alle 19.30), in lingua inglese, al quale gli studenti parteciperanno per discutere i temi principali emersi dalle lezioni e identificare dei temi da approfondire in un successivo lavoro di ricerca su campo.
  • Un’interazione on line, in lingua inglese, tra gli studenti delle quattro università coinvolte (dal 26 aprile al 10 maggio), sui temi che saranno emersi e saranno stati discussi nel primo workshop.
  • Un secondo workshop on line (previsto per il 10 maggio 2022, dalle 15.30 alle 19.30), in lingua inglese, al quale gli studenti parteciperanno per riportare i risultati delle discussioni che avranno condotto tra il 26 aprile e il 10 maggio, per definire i contenuti della ricerca su campo che intendono svolgere, le metodologie che saranno utilizzate, le modalità di restituzione dei risultati.
  • Un lavoro di ricerca su campo, da svolgere in Italia e in lingua italiana, in un periodo tra maggio e giugno 2022, sui temi e nelle modalità concordate nei due workshops.
  • L’elaborazione di un “prodotto” (video, paper etc.), in lingua inglese, di restituzione del lavoro svolto.
Tale attività dà diritto, a seconda del percorso formativo, a 5/6 cfu come AAF, per gli studenti della L37 e della LM81.
Gli interessati possono scrivere a: marco.cilento@uniroma1.it
Ciclo di Seminari sui Cambiamenti climatici
ANNO ACCADEMICO 2021/2022 
 
Corso di Laurea in Cooperazione Internazionale e Sviluppo 
Ciclo di seminari: Le sfide dei cambiamenti climatici e della transizione ecologica  

 
Coordinamento scientifico: Leonardo Baroncelli, Marco Cilento, Alessandro Tinti 
Coordinamento didattico: Alessandro Tinti 
 
Descrizione  
 
I cambiamenti climatici pongono sfide globali che travalicano i confini politici e richiedono azioni immediate per intraprendere il necessario percorso verso un futuro a basse emissioni di carbonio. Tuttavia, squilibri e disuguaglianze sulla scena mondiale, la persistenza di un paradigma industriale alimentato dai combustili fossili e l’indebolimento del multilateralismo contrastano il rispetto degli obiettivi di mitigazione prefissati a livello internazionale e la corrispondente implementazione di politiche di mitigazione e adattamento a livello nazionale.
 
Il ciclo di seminari ha l’obiettivo di fornire un’introduzione multidisciplinare alla politica dei cambiamenti climatici e un approfondimento sugli strumenti adottati a più livelli di governance per contenere l’impatto delle attività antropiche sull’ecosistema ed affermare un modello di sviluppo sostenibile sul piano umano, sociale ed ambientale.
 
Durata e organizzazione dell’attività formativa
 
Il programma prevede 8 lezioni a cadenza settimanale a partire dal 7 aprile. L’attività di didattica frontale è pari a 16 ore di impegno complessivo. Gli incontri si terranno online attraverso la piattaforma Google Meet ogni giovedì in orario
16.00-18.00.
 
Il ciclo si concluderà con la discussione collegiale di un breve elaborato concordato con il Coordinatore della didattica. Lo svolgimento della prova finale consente l’ottenimento di 3 CFU. La frequenza agli incontri è obbligatoria. È ammessa 1 sola assenza.   
 
Di seguito è riportato il calendario.

 
Data
Titolo
Relatore
7 aprile
Le conferenze delle Nazioni Unite sul clima dagli albori ai giorni nostri
Leonardo Baroncelli
14 aprile
Un dilemma di azione collettiva: la governance del cambiamento climatico secondo le Relazioni Internazionali
Alessandro Tinti
21 aprile
Le politiche dell’Unione Europea per favorire la transizione ecologica e la riduzione delle emissioni climalteranti
Leonardo Baroncelli
28 aprile
Alle radici dei conflitti ambientali: leggere la transizione ecologica attraverso un approccio di giustizia ambientale 
Alessandro Tinti
5 maggio
Climate justice e climate litigations: teorie e strumenti per la giustizia climatica
Marica Di Pierri / Associazione A SUD
12 maggio
Le politiche climatiche in Italia: strumenti normativi e pianificatori
Lorenzo Carrozza
19 maggio
Il Green Deal europeo
PROGEU
26 maggio
Presentazione e discussione degli elaborati
Alessandro Tinti

 

Modalità di iscrizione
 
Per partecipare al ciclo di seminari si prega di iscriversi entro il 5 aprile inviando una mail al Coordinatore didattico al seguente indirizzo: alessandro.tinti@uniroma1.it.  
 

 

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma