Ingegneria nucleare

Le principali tematiche trattate nell’ambito dell’indirizzo “Ingegneria Nucleare” consentiranno allo studente di sviluppare competenze avanzate di ricerca sugli aspetti progettuali, tecnologici, costruttivi, termotecnici, termoidraulici, termofluidodinamici, energetici, di gestione, di sicurezza e di impatto ambientale degli impianti nucleari a fissione e fusione e in generale di quelli ad alto rischio, nonché le applicazioni delle tecnologie nucleari, ad esempio in campo biomedico.
In particolare vengono approfonditi studi e ricerche su: impianti nucleari innovativi; impianti destinati alla gestione ed alla conversione dei rifiuti radioattivi; problematiche relative alla dismissione di impianti e laboratori nucleari; misure e strumentazione per gli impianti nucleari; applicazioni dei radioisotopi in campo industriale e medico; rilevamento della radioattività ambientale; sicurezza e protezione dalle radiazioni; modellizzazione e progetto di dispositivi in campo energetico, industriale e biomedico; tecniche matematico-numeriche per la simulazione di sistemi che implicano l'utilizzazione di particelle; radiazioni e plasmi tecnologici, la protezione dell’ambiente e la sicurezza degli impianti ad alto rischio.

Obiettivi

L’obiettivo formativo dell’indirizzo “Ingegneria Nucleare” si propone di approfondire le competenze per il calcolo, la progettazione e la gestione degli impianti di produzione di energia da fissione e fusione nucleare, affrontando in modo approfondito anche le problematiche di sicurezza e impatto ambientale, le analisi di rischio e affidabilità degli impianti e del ciclo del combustibile. La preparazione consentirà di formare una figura in grado di affrontare, con elevate capacità di approfondimento, tematiche interdisciplinari di ricerca avanzata nello studio di modelli e metodi per la descrizione delle problematiche fisiche e ingegneristiche avanzate e innovative, tipiche dei sistemi e delle applicazioni nucleari, in campo energetico, industriale e nelle applicazioni biomediche, acquisendo le competenze per coordinare e gestire programmi di ricerca in società e aziende impegnate nella progettazione e nella fabbricazione di componenti, e nella realizzazione o nella dismissione e smantellamento di impianti e laboratori nucleari e convenzionali; in enti e società produttrici di energia da fonte nucleare e convenzionale; in enti di ricerca nel settore energetico in Italia e all’estero; in studi di progettazione e analisi dei rischi di impianti energetici complessi anche al di fuori dell’ambito nucleare.
Strumento essenziale per raggiungere l’obiettivo di un'ampia interconnessione tra attività di ricerca e mondo della produzione sarà lo svolgimento di periodi di studio e ricerca presso strutture pubbliche e private di riconosciuta rilevanza internazionale, con molti dei quali sono in atto convenzioni di collaborazione.

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma