Filippo Lambertucci

 

 

Come docente di interni (ICAR16) ha tenuto corsi e laboratori nel CdL AIA che hanno voluto indirizzare gli studenti alla formazione di una coscienza dello spazio che tenesse conto della complessità dei parametri che lo configurano, attribuendo particolare rilievo agli aspetti del controllo della luce, della misura e della sequenza intesi come aspetti primari della progettazione e della comprensione di uno spazio tanto logico quanto fisico che precede la formazione dei linguaggi.
Nell’ambito del CdL di Architettura U.E. ha tenuto i laboratori di progettazione del 1° e del 2° anno in cui l’insegnamento ha insistito sulla messa a punto di nozioni e capacità basiche di controllo dello spazio, e particolare attenzione è stata posta alla progressiva acquisizione della consapevolezza dell’atto progettuale come prodotto complesso di fattori culturali, tecnici, funzionali concorrenti. Pur nel campo ristretto del tema residenziale, usuale per i primi anni, l’insegnamento si è orientato verso la messa a punto del progetto come costruzione di relazioni e di prestazioni e, in particolare, come prodotto di motivazioni o moventi.
Attualmente tiene il Laboratorio di Progettazione III nel CdL Architettura UE c.u. in cui gli studenti sono sollecitati ad una progettazione complessa e approfondita su più livelli contemporaneamente, sia per gli esterni che per gli interni; il tema di un complesso parrocchiale consente una riflessione integrata sul tema residenziale, degli spazi collettivi e della dimensione simbolica dello spazio.

Corsi

Laboratorio di Progettazione III

Contatti filippo.lambertucci@uniroma1.it
Ricevimento su appuntamento tramite e-mail