Il progetto DIET+

 Il progetto DIET+ realizza un insieme integrato di interventi e strumenti diretti a favorire la condivisione e la diffusione delle conoscenze e competenze scientifiche e tecnologiche nel campo dell’ICT e della multimedialità e a facilitare l’accesso alle stesse, sia da parte delle imprese, specie PMI, e degli altri soggetti pubblici e privati presenti nel territorio, che del mondo universitario e della ricerca.

DIET+ è progettato e implementato come un vero e proprio laboratorio, creato come luogo fisico e virtuale, che punta a facilitare la connessione tra tutti i soggetti della filiera dell’innovazione, asset cruciale per lo sviluppo di programmi mirati di ricerca industriale e la piena utilizzazione dei risultati della ricerca, nonché la loro trasformazione in innovazioni atte a rafforzare la competitività del sistema produttivo laziale.

Le filiere di riferimento sono i beni culturali, l’aerospazio e le bioscienze.

Nel laboratorio DIET+ si realizzano:

- azioni mirate a favorire nuove forme di collaborazione tra università e imprese per una maggiore efficacia del trasferimento tecnologico e per facilitare la partecipazione in collaborazione a programmi nazionali e internazionali di R&S, nonché per ottimizzare l’offerta didattica universitaria in rapporto alla domanda di innovazione;

- analisi e sistematizzazione dei fabbisogni di innovazione delle imprese, anche attraverso attività di focus group;

- realizzazione e messa a disposizione delle imprese di prototipi-dimostratori dei risultati della ricerca e delle loro potenzialità industriali;

- seminari, incontri, sperimentazioni comuni con le imprese.

Il cuore virtuale di DIET+ è costituito dalla realizzazione di un “interest network”, basato su un innovativo paradigma che realizza una comunità interattiva di utilizzatori messi automaticamente in relazione sulla base dei loro interessi grazie a particolari algoritmi in grado di analizzare i grafi di interesse. Utilizzatori, ricercatori, imprese (specie PMI), esperti, amministratori pubblici e studenti si connettono in ragione di comuni interessi, diventando parte di una rete di produttori e fruitori di conoscenza, vero e proprio moltiplicatore di saperi in continua crescita. I contenuti sono garantiti da meccanismi di autoreferenziazione che ne individuano la qualità e il grado di attendibilità, costruiti e validati nel tempo con il contributo degli utilizzatori. Ne risulta la creazione di una banca dati innovativa realmente interattiva.

DIET+ vuole contribuire alla creazione della “rete della ricerca e dell’innovazione” del Lazio, proponendosi come prima esperienza di “centro di competenze e innovazione” nel settore dell’ICT e della multimedialità, che sarà elaborata in un “modello” utilizzabile e riproducibile in altri settori e ambiti territoriali.

Le associazioni imprenditoriali del Lazio, Unindustria, Federlazio e CNA hanno manifestato il loro interesse e la disponibilità a collaborare alla realizzazione del progetto.

Progetto DIET+ finanziato nell’ambito dei “Progetti di Ricerca presentati da Università e Centri di Ricerca – L. R. Lazio 13/2008”