Consiglio di dipartimento

È l’organo del Dipartimento a carattere deliberante; è presieduto dal Direttore;  ne fanno parte di diritto tutti i professori di ruolo, tutti i ricercatori, compresi quelli a tempo indeterminato ed il personale ad essi equiparato; il Segretario Amministrativo; una rappresentanza elettiva del personale Tecnico-Amministrativo-Bibliotecario (non inferiore al 15% del personale docente ed equiparato); una pari rappresentanza di studenti. Fanno parte del Consiglio, inoltre, con di diritto di voto sino a 3 rappresentanti di titolari di borse di studio o di assegni di ricerca o di contratti di ricerca pluriennali del Dipartimento stesso.


Membri del consiglio di dipartimento:

Direttore: Prof. Andrea Lenzi

Professori di I fascia: vedi elenco

Professori di II fascia: vedi elenco

Ricercatori ed equiparati: vedi elenco

Resp. amm.vo delegato: Dott.ssa Julia Labbate

Rappresentanti del Personale T.A.B. e Socio Sanitario: Angeletti Mariuccio, Anzuini Antonella, De Luise Maria Vittoria, Liani Lucia, Lucania Giuseppe, Ortolani Fabio, Perin Stefania

Rappresentanti degli Specializzandi: Filardi Tiziana, Hasenmajer Valeria, Manganelli Valeria, Minnetti Marianna, Pofi Riccardo, Sesti Franz, Zizzari Ilaria Grazia


INDIZIONE ELEZIONI DEI RAPPRESENTANTI DEGLI STUDENTI NEL CONSIGLIO DI DIPARTIMENTO

Decreto indizione delle elezioni dei rappresentanti degli studenti

Decreto Commissione elettorale per la nomina dei rappresentanti degli studenti

Risultati delle elezioni dei Rappresentanti Studenti

 

 

Funzioni

Il Consiglio di Dipartimento esercita le seguenti attribuzioni:
 
a) propone l'elenco dei settori scientifico-disciplinari di pertinenza del Dipartimento che sarà approvato dal Senato Accademico;
 
b) delibera la programmazione didattica per i corsi di studio di sua competenza;
 
c) detta i criteri generali per l'utilizzazione dei fondi assegnati al Dipartimento per le sue attività di ricerca anche in considerazione di eventuali esigenze sopravvenute e di adattamenti che si rendano indispensabili in corso d'anno;
 
d) detta i criteri generali per l'impiego coordinato del personale, dei locali, dei mezzi e degli strumenti in dotazione;
 
e) approva le proposte di istituzione dei dottorati di ricerca afferenti al Dipartimento;
 
f) approva, per quanto di competenza, le proposte di rinnovo dei dottorati di ricerca afferenti al Dipartimento;
 
g) delibera in ordine alle chiamate dei professori e dei ricercatori limitatamente alle discipline di cui alla lettera a); esprime inoltre, entro 30 giorni, parere preventivo sulle chiamate, da effettuarsi da parte di altri dipartimenti della Sapienza, nei settori scientifico-disciplinari di pertinenza del Dipartimento; sono presenti e partecipano alle votazioni i soli appartenenti alla medesima categoria, quando trattasi di professori ordinari e straordinari, tutti i professori di ruolo, quando trattasi di professori associati e i professori di ruolo e i ricercatori quando trattasi di ricercatori; eventuali contenziosi sono demandati al Senato Accademico.
 
h) formula proposte e delibera la sua adesione alla costituzione dei Centri di ricerca, dei Centri di ricerca e servizio dei Centri Interuniversitari e Centri di servizio; esprime parere, su richiesta del Senato Accademico, circa la proposta di costituzione di tali Centri;
 
i) approva, entro le scadenze fissate dagli organi accademici, le esigenze di personale tecnico-amministrativo ed il piano annuale delle ricerche;
 
j) approva entro i termini e con le modalità previsti dal Regolamento per la Contabilità e Finanza dell’Ateneo la proposta di budget economico e degli investimenti;
 
k) propone le eventuali variazioni di budget, come previsto dal Regolamento per l’Amministrazione, la Finanza e la Contabilità;
 
l) approva la programmazione mensile e annuale dei flussi di cassa;
 
m) approva i contratti e le convenzioni con enti pubblici e privati per l'esecuzione di attività di ricerca e di consulenza e di attività didattica esterne;
 
n) collabora con gli Organi di governo dell'Università e con gli Organi di programmazione nazionale, regionale e locali, anche alla elaborazione e all'attuazione di programmi di insegnamento non finalizzati al conseguimento dei titoli di studio previsti dalla legge, in quanto rispondenti a precise esigenze di qualificazione e riqualificazione professionale, di formazione di nuovi profili professionali di alta specializzazione e di educazione permanente;
 
o) detta le disposizioni per il funzionamento, secondo le normative di Ateneo, delle strutture organizzative della biblioteca e dei servizi — anche per l'attività didattica — facenti capo al Dipartimento, e ne mette a disposizione le risorse necessarie;
 
p) esprime pareri e formula proposte alla Facoltà in ordine alla programmazione ed alla sperimentazione delle attività didattiche;
 
q) delibera sulle domande di afferenza al Dipartimento da parte dei professori di ruolo e dei ricercatori e valuta le implicazioni scientifiche ed organizzative di afferenza ad altro Dipartimento di propri professori di ruolo, ricercatori e personale equiparato; partecipano alle votazioni i soli appartenenti alla medesima categoria, quando trattasi di professori ordinari e straordinari; tutti i professori di ruolo, quando trattasi di professori di ruolo; tutti i membri del Consiglio eccetto i rappresentanti degli studenti, dei rappresentanti di cui al successivo art.10 e del personale tecnico-amministrativo, quando trattasi di ricercatori;
 
r) partecipa alla definizione degli organi dirigenti dei Centri di ricerca e ai Centri di ricerca e servizio cui aderisce;
 
s) approva le relazioni scientifiche e finanziarie sottopostegli dai titolari dei progetti di ricerca intrapresa e finanziata ai sensi del predetto Regolamento e le trasmette al Magnifico Rettore;
 
t) elabora ed approva la Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale di cui al DM n. 47 del 30/1/2013, necessaria al sistema di autovalutazione, valutazione periodica e accreditamento;
 
u) delibera la Scheda Unica Annuale dei Corsi di Studio di sua prevalente pertinenza, dandone comunicazione formale alla/e Facoltà di riferimento per le relative deliberazioni;
 
v) svolge tutte le altre funzioni attribuitegli da leggi o regolamenti.

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma