Determine

Ai sensi dell'art. 1, comma 16 della Legge 190/2012, così come modificata dal d.lgs 97/2016, le pubbliche amministrazioni assicurano i livelli essenziali di cui al comma 15 del presente articolo con particolare riferimento ai procedimenti di:

a) autorizzazione o concessione;

b) scelta del contraente per l'affidamento di lavori, forniture e servizi, anche con riferimento alla modalità di selezione prescelta ai sensi del d.lgs 50/2016; 

c) concessione ed erogazione

Il comma 32 dell'art. 1, con riferimento ai procedimenti di cui al comma 16, lettera b), stabilisce inoltre che le stazioni appaltanti sono in ogni caso tenute a pubblicare

nei propri siti web istituzionali: 

- la struttura proponente; 

- l'oggetto del bando;

- l'elenco degli operatori invitati a presentare offerte; 

- l'aggiudicatario; 

- l'importo di aggiudicazione; 

- i tempi di completamento dell'opera, servizio o fornitura;

- l'importo delle somme liquidate.

Tutte le informazioni sopra richieste sono rinvenibili sul Portale Gare & Appalti di Ateneo (https://web.uniroma1.it/gareappalti/).

Si evidenzia che l'ANAC, con riguardo all'art. 37 comma 2 del D.Lgs. n. 33/2013, specifica che “ogni qualvolta l'amministrazione per l'affidamento di lavori, servizi e forniture proceda in assenza di gara pubblica, è tenuta a pubblicare la delibera a contrarre in quanto atto sostitutivo del bando di gara”

Il comma 2 dell'art. 37 richiama le procedure negoziate senza previa pubblicazione di un bando di gara di cui all'art. 57 del d.lgs. n. 163/2006.

 

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma