Menu Principale

PREMIO BRUNO ZEVI

Mercoledì, 30 Maggio, 2018

10/09/2018 | PREMIO ANNUALE DELLA FONDAZIONE BRUNO ZEVI – ROMA
PER UN SAGGIO STORICO-CRITICO SULL’ARCHITETTURA – 12a Edizione

 

PREMIO BRUNO ZEVI

 

La Fondazione Bruno Zevi, allo scopo di sviluppare e diffondere l’insegnamento di Bruno Zevi e del suo metodo di indagine critica e storica, bandisce un concorso internazionale per l’assegnazione di un Premio per un saggio storico-critico che analizzi con originalità un’opera, una tematica architettonica, o un architetto del presente o del passato.
Il Premio si articola in cinque sezioni, corrispondenti alle seguenti tematiche:
– lo spazio protagonista dell’architettura;
– le matrici antiche del linguaggio moderno;
– la storia come metodologia del fare architettonico;
– il linguaggio moderno dell’architettura;
– paesaggistica e linguaggio grado zero dell’architettura.

Il Concorso è aperto ai dottori di ricerca che abbiano conseguito il titolo tra il 2008 e il 2018.
Il saggio non deve essere stato già pubblicato.
Le lingue ammesse sono italiano, inglese, francese. I saggi in lingua italiana devono essere accompagnati dalla versione in lingua inglese.
Il premio consiste nella pubblicazione del saggio nelle edizioni della Fondazione Bruno Zevi e nell’invito a tenere una conferenza a Roma in occasione della premiazione.

La Commissione giudicatrice è composta da:
Roberto Dulio, Marzia Marandola, Lucy Maulsby, David Rifkind, elenaTinacci.

I candidati che intendano partecipare al concorso devono far pervenire alla Fondazione Bruno Zevi, entro il 10 settembre 2018 (farà fede il timbro postale) la seguente documentazione:
a) domanda di partecipazione redatta in carta libera recante i dati anagrafici, nonché la sezione cui intendono inserire il loro saggio e il titolo del saggio stesso;
b) il testo integrale del saggio (max. 120.000 battute apparati compresi) e illustrazioni, in CD o flash drive USB e in duplice copia cartacea (le copie digitali dovranno indicare solo il titolo e non il nome dell’autore). Si richiede inoltre l’invio del saggio tramite posta elettronica;
c) l’abstract del testo (1500 battute).