Collezioni ancillari

Spermoteca Bonaventura (XIX in minima parte e XX secolo)Area geografica di provenienza delle raccolte: Italia, estero (soprattutto Europa) per quelle conosciuteConsistenza del materiale: 3.411 campioni tra frutti e semi conservati in tubetti di vetro; 4000 tra semi e frutti incollati su cartoncinoRaccoglitori: vari Gustavo Bonaventura (1902-1976) è stato un agronomo, dapprima assistente presso l’Università di Pisa poi, in seguito a concorso, passato all’Istituto di Patologia del libro a Roma del quale divenne più tardi Direttore pro tempore (1961-1963). La sua consistente Spermoteca/Carpoteca è stata acquisita nel 2004. I frutti, i semi e altro materiale che la compongono sono stati raccolti in un arco di tempo che va dal 1843 al 1975: una parte è contenuta in tubetti di vetro (foto) che sono collocati in 42 scatoline di legno, mentre la restante parte è conservata in 40 scatoline di legno ognuna delle quali contiene 100 semi incollati su cartoncino bianco e disposti in ordine alfabetico, per famiglia e genere (foto). I materiali sono di provenienza varia: Erbari, Giardini botanici, Istituti agrari di tutto il mondo; una buona parte è riferita a generi di interesse agronomico, ciascuno con differenti cultivar. La grande biodiversità che caratterizza questa collezione è una delle ragioni della sua importanza. 

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma