Appello del Rettore per la Giornata Internazionale delle persone con disabilità

In occasione della Giornata Internazionale delle persone con disabilità, prevista per il 3 dicembre, voglio inviare un particolare saluto a tutti i nostri dipendenti e studenti che, con il loro esempio, fungono da sprone per tutti noi. Il nostro Ateneo è sempre stato impegnato "per garantire risposte orientate a far emergere le potenzialità di ognuno", ma sappiamo bene che il nostro compito è quello di migliorarci, arricchendo le nostre performance, per rispondere adeguatamente alle istanze di ognuno. Invito la Comunità universitaria a dedicare particolare attenzione alle problematiche poste dalle persone con disabilità, che sono parte integrante del nostro contesto. Colgo l'occasione per esortarvi a sensibilizzare tutti, attraverso gli eventi che riterrete più opportuni, verso una maggiore attenzione sul tema dell'inclusione delle persone con disabilità. Dal canto mio, dedicherò ogni anno una giornata al tema dell'inclusione sociale delle persone con disabilità, per la quale spero in un'ampia partecipazione. Sarà mia cura incoraggiare tutte le manifestazioni volte alla sensibilizzazione sul tema dei diritti delle persone con disabilità. Se il superamento delle barriere culturali è essenziale in ogni ambito sociale, nel contesto universitario non può e non deve esistere alcuna ombra a tal riguardo. Dobbiamo ricordare che siamo tutti uguali perché siamo tutti diversi. Dobbiamo attivarci tutti, professionalmente e umanamente, affinché si concretizzi nella quotidianità, quanto previsto nella Convenzione sui diritti delle persone con disabilità, ovvero "consentire di godere pienamente di tutti i diritti umani e delle libertà fondamentali". Vi saluto con un auspicio, quello di vivere una Comunità universitaria aperta a tutti; costruire, giorno per giorno, un Ateneo a misura di persona, di ogni persona.

Il Rettore Eugenio Gaudio

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma