Menu Principale

Home

Fo.Cu.S è un centro di ricerca interdipartimentale che ha l’obiettivo di elaborare percorsi di sviluppo economico locale, rigenerazione funzionale e gestione dei piccoli centri storici e relativi sistemi paesaggistico-ambientali.

 

TECNICHE SAPIENTI. CONVEGNO INTERNAZIONALE. ROMA 4 e 5 ottobre 2021. Facoltà di Ingegneria Civile e Industriale, Aula del Chiostro

Curato da Claudia Mattogno, il convegno è dedicato a valorizzare la presenza femminile nelle facoltà tecnico scientifiche dell’Ateneo con un duplice approccio: quello storico critico per mettere in luce alcune eminenti figure del passato; quello propositivo, per individuare azioni adeguate ad incrementare la parità di genere e mettere rilievo la presenza femminile. Punto di partenza è stata la ricerca di Ateneo 2018 che porta lo stesso titolo e che aveva tra gli obiettivi quello di dare rilievo a una parte della storia della scienza poco esplorata all’interno dell’università Sapienza. L’argomento è ancora poco dibattuto, ma è di grande attualità perché investe in maniera più ampia la storia delle donne nelle scienze e nelle tecniche. La presenza di esperti in vari settori ha lo scopo contribuire ad individuare e condividere le azioni da intraprendere per favorire la parità di genere e per avviare nuove narrazioni, superando stereotipi e rendendo visibili progettiste, docenti e studiose finora poco valorizzate. Le conoscenze dei percorsi e dei contributi delle laureate in Sapienza sono, infatti, ancora carenti, sia sul piano dei dati e della loro sistematizzazione, sia su quello della riflessione critica. Il convegno si prefigge di approfondire questi argomenti, riferiti ad un periodo storico compreso tra il 1872, quando la Pontificia Università Sapienza diventa Università del nuovo Regno Unito d’Italia, e il 1969, quando il numero delle studentesse subisce un’impennata con la riforma e la liberalizzazione dell’accesso all’Università a seguito dei movimenti del Maggio ’68. Verranno presentate, e discusse nella loro fattibilità, alcune proposte per ampliare le pagine web del portale Sapienza, per istituire nuovi percorsi di studio, per riscrivere pagine di storia dell’architettura, dell’urbanistica, dell’ingegneria, per immaginare città più attente alle differenze di genere.  

 

Prima sessione: Conoscere
Seconda sessione: Approfondire
Terza sessione: Diventare visibili

 

Comitato scientifico

Claudia Mattogno, Ruggero Lenci, Annunziata D’Orazio (Facoltà di Ingegneria civile e industriale, Sapienza); Maria Grazia Turco, Alessandra Criconia (Facoltà di Architettura, Sapienza); Marcella Corsi, Giulia Zacchia (Facoltà di Ingegneria dell’Informazione, Informatica e Statistica, Sapienza) Alessandra Casu (Facoltà di Architettura, Università di Sassari) Gabriella Esposito de Vita; Stefania Ragozino (CNR-IRISS, Napoli) Emilia Garda, Caterina Franchini (politecnico di Torino) Sabrina Marchetti, Ca’ Foscari (Università di Venezia)

Consulenza scientifica

Maristella Casciato, senior curator Getty Resaerch Institute, Los Angeles

Comitato organizzativo

Chiara Belingardi, Tullia Valeria Di Giacomo, Luna Kappler, Giulia Luciani, Monica Prencipe. Mangano and Partners: Strategie di Comunicazione Digitale

Per scaricare il Comunicato del Convegno Internazionale cliccare qui

To download the Symposium Program click here

Le iscrizioni sono aperte a questo link
 
4 e 5 ottobre 2021 presso Facoltà di Ingegneria Civile e Industriale, Aula del Chiostro
 

 

----------------------
 

 

Progetto di Ricerca VaGAre “Valorizzazione Green di AREe fragili ad elevato potenziale culturale, storico e naturalistico”: Kick-Off Meeting

L’Università degli Studi Roma Tre insieme all’Università Sapienza di Roma ha organizzato il kick-Off Meeting per l’avvio delle attività del Progetto di Ricerca VaGAre “Valorizzazione Green di AREe fragili ad elevato potenziale culturale, storico e naturalistico” vincitore del Bando di cui all'Avviso Pubblico "Progetti di Gruppi di Ricerca 2020" (Determinazione dirigenziale n. G08487 del 19 luglio 2020) con fondi POR FESR Lazio 2014-2020 della Regione Lazio. 

Il Progetto prende in esame le aree del territorio regionale caratterizzate da diverse dimensioni di “fragilità”: fisica, spaziale, economica e sociale accompagnate, tuttavia, da un potenziale culturale, storico, naturalistico e paesaggistico non pienamente valorizzato e spesso profondamente modificato nel tempo, come tra l’altro a seguito della recente pandemia. Il nuovo assetto di lavoro “agile” in remoto e l’incremento nella diffusione delle reti tecnologiche hanno, infatti, determinato nuovi afflussi di persone e un rinnovato interesse verso le aree marginali.

VaGAre si confronta dunque con un territorio che deve ristabilire un equilibrio tra città e contesti aggrediti, o abbandonati, a seguito di processi di urbanizzazione poco gestiti. Il Progetto intende implementare con un’analisi quali-quantitativa gli indicatori di fragilità e realizzare una piattaforma digitale (webGIS), integrata e people-centred, a vocazione multidisciplinare, che possa indirizzare e supportare le scelte regionali di pianificazione urbanistica e di governo del territorio assieme all’interazione tra imprese locali e gli abitanti. Il Kick-Off Meeting è stato organizzato per far conoscere gli obiettivi del Progetto di Ricerca al fine di illustrare i risultati attesi, e ha costituito un'occasione costruttiva per un confronto con i portatori di interesse. Si tratta di un passo fondamentale per offrire alla Regione Lazio un luogo di confronto in grado di indirizzare e fornire spunti di gestione per la rigenerazione dei territori “fragili”, per costruire nuove consapevolezze, e per proporre un nuovo e più inclusivo modello di sviluppo incentrato sulla valorizzazione delle potenzialità di differenti contesti regionali.

Giovedì 3 Giugno 2021 alle ore 16.30 si è tenuto online su piattaforma YouTube il Kick-Off Meeting del Progetto VaGAre
 
Per rivedere l’incontro accedere al seguente link:

 

----------------------
 

Fo.Cu.S. e il Laboratorio Abitare la Città organizzano il ciclo di seminari di studi a cura della Prof.ssa Claudia Mattogno dal titolo "Amministrare l'Urbanistica a Bologna"

Nel dicembre 2020 il Comune di Bologna ha adottato il nuovo Piano Urbanistico Generale, con obiettivi principali Resilienza e ambiente, Abitabilità e inclusione, Attrattività e lavoro. A distanza di dieci anni dal precedente piano e a seguito dei profondi cambiamenti imposti dalla pandemia, cosa è cambiato? Quale visione strategica viene configurata per la condivisione con i cittadini? Quali sono le novità e gli approcci differenti che la proposta di piano presenta ai cittadini?  

Mercoledi' 28 Aprile 2021_Il nuovo piano urbanistico comunale di Bologna

Valentina Orioli, architetta e docente di Urbanistica presso l'Università di Bologna e Vice Sindaca di Bologna con deleghe all'Urbanistica e all'Ambiente illustrerà il nuovo piano urbanistico comunale di Bologna.

 

Mercoledi' 5 Maggio 2021_Bologna: due esperienze a confronto

Patrizia Gabellini, architetta e docente di Urbanistica presso il Politecnico di Milano traccerà un bilancio delle esperienze confrontando le innovazioni dell’attuale proposta rispetto ai contenuti del Piano Strutturale Comunale approvato nel 2008.

Il ciclo di seminari si è tenuto online su piattaforma Google Meet.