Direttore

Dopo gli studi classici giovanili si dedica al jazz dapprima col pianoforte,suo primo strumento, e in seguito, con la tromba. Nel 1972 si trasferisce a Roma: qui si unisce al gruppo dei giovani jazzisti che gravitano intorno a Giorgio Gaslini presso il conservatorio di S. Cecilia. In questi primi anni romani collabora e costituisce gruppi con M. Urbani, M. Giammarco, T. Vittorini, B. Tommaso, M. Jannaccone, P. Damiani. E. Colombo, M. Joseph e altri.