Dottorato in progettazione ambientale

Coordinatore: Eliana Cangelli eliana.cangelli@uniroma1.it  eliana.cangelli@me.com

Sede: Dipartimento PDTA - via Flaminia 72, 00196 Roma
Durata: 3 anni

Collegio dei docenti: Serena Baiani, Alessandra Battisti, Luciano Cupelloni, Fabio Di Carlo, Romeo di Pietro, Giampaolo Imbrighi, Fabrizio Orlandi, Fabrizio Tucci.

Obiettivi formativi (italiano/inglese):

 Le problematiche ambientali hanno assunto un ruolo fondante nella cultura architettonica configurando a livello programmatico, progettuale, realizzativo e gestionale, interrelazioni specifiche già definite in parte nell'operatività concreta ed in via di consolidamento a livello teorico.
 La nozione di ambiente, ormai acquisita nei suoi aspetti di "complessità" si è progressivamente modificata dalla primitiva accezione puramente geografico-deterministica o estetizzante in quella attuale ecologico ambientalista con una conseguente forte accentuazione della sensibilizzazione ai temi ambientali.
Questa sensibilizzazione, in un primo momento, tutta legata a un atteggiamento naturalistico e spesso generico, che trova i suoi riflessi sul piano della salvaguardia e valorizzazione della natura considerandone solo l'aspetto meramente conservativo, comporta la consapevolezza che la degradazione dell'ambiente non può essere dissociata dal più generale processo programmatico decisionale (cioè progettuale) e che deve tener conto per l'appunto della complessità dei problemi e delle loro forti interrelazioni.
 Il Dottorato in Progettazione Ambientale, attivato in Italia nella sola sede universitaria di Roma "La Sapienza", di cui costituisce una delle peculiarità della offerta scientifica, e ormai consolidato per storia e qualità riconosciuta, intende formare ricercatori esperti di problematiche ambientali nel settore disciplinare della Tecnologia dell'architettura, articolandone l'esperienza scientifica entro ambiti definiti utili alla definizione di strumenti e procedure per la programmazione, progettazione, realizzazione, gestione, monitoraggio e dismissione degli interventi di trasformazione ambientale secondo criteri di sostenibilità ed in coerenza con gli obiettivi propri della ricerca universitaria e di istituti e enti pubblici e privati definiti a livello nazionale ed internazionale (UE, MIUR, C.N.R., Min. LL.PP, Min B.C.A., Amministrazioni locali, Organismi di programmazione e controllo ambientale, etc.).
 Obiettivo del Dottorato é la formazione di Dottori di Ricerca le cui competenze in particolare facciano riferimento ai molteplici aspetti delle tematiche ambientali, quali ad esempio, i principi, e le metodologie appropriate per la definizione delle strategie per il controllo dell’ecoefficienza dei processi di trasformazione dalla scala territoriale ai prodotti, il recupero e ripristino ambientale, la progettazione di insediamenti urbani ecosostenibili.
Rispetto a queste tematiche appaiono infatti ancora abbastanza scoperti i riscontri operativi della ricerca teorica, la verifica degli strumenti progettuali in un concreto contesto ambientale e produttivo, e l'ottimizzazione relativa dei risultati attraverso specifiche procedure analitiche di valutazione e selezione delle soluzioni alternative disponibili.
 In questo senso occorre individuare nuove articolazioni del progetto funzionali alla costruzione di assetti e configurazioni fisico-spaziali-materiali ecoefficienti, congruenti con la realizzazione di obiettivi generali di sostenibilità dell’ambiente costruito, nella consapevolezza che innovazione tecnologica e qualità ambientale costituiscono il binomio sul quale fondare il processo di evoluzione e trasformazione dello spazio abitato, sia nel progetto della nuova edificazione, sia nelle attività di recupero e riqualificazione del patrimonio edilizio esistente e che è oggi necessario arrivare a definire proposte critiche complessive sui temi della significatività e centralità degli aspetti tipo-tecno-morfologici dell’architettura e degli assetti paesistico-ambientali.
 Ciò conduce a riconoscere i criteri per la progettazione dell'ambiente urbano come sistema aperto di scambi di materia, energia e informazione, e l'ecoefficienza" quale idea chiave per un approccio sistemico allo sviluppo e alla progettazione di prodotti a basso impatto ambientale.
In questo quadro, la ricerca progettuale, nel complesso rapporto artificio-natura, istituisce allora nuove modalità di equilibrio ambientale tra le trasformazioni antropiche e gli ecosistemi, individuando e definendo i metodi e gli strumenti per l'indirizzo ed il controllo della progettazione dei processi insediativi e per la definizione e conformazione del paesaggio.
 
The Environmental Design (ProgettazioneAmbientale) PhD, started up in Italy only at the Rome University 'La Sapienza', represents one of the peculiarities of its scientific offer. Consolidated for his history and his known quality, this PHD wants to form researchers experts in environmental problems in architecture's Technologies disciplinary field and it articulates scientific experience into specific contests like planning, from a territorial scale to a finish product, environmental conservation, reclamation and rehabilitation according to goals fixed by university research, institutions and public and private centers at national and international level(EU, MIUR, C.N.R., Min LL.PP, Min B.C.A., Local Administration, environmental programming and control organisms etc.).
 The PHD main target is to train Research Doctors with expertise referring to the varied aspects of environmental fields, like principles and methodologies appropriated to define strategies to control environmental transformations processes control, environmental reclamation and rehabilitation, sustainable urban settings planning.
 In relationship with these themes, theoretic research operative aspects, planning instrument verification in a real environmental and productive context as well as the relative optimization of results through specific analytic procedures of evaluation and selection of available solutions, appears quite uncovered.
 In this direction we want to individualize new project articulations useful to construct new assets and physical- spatial configurations and eco-efficient materials, corresponding with general goals realizations of build-up sustainable areas: from this point of view, technological innovation and environmental quality are the two terms on which evolution process and built-up space transformation have to be founded, whether in new edification planning or in existing building reclamation and upgrading. These two terms contribute to reach a total critical proposal upon significance and centrality of architectural techno-morphological aspects and upon new landscape-environmental layout construction.
 It brings to acknowledge urban layout designing standards like an open space of material, energy and information exchange, and eco-efficiency like the central idea of approach development and low energy products planning in a systemic way.
 In this picture and in the complex relationship between artificial and natural, designing research initiates new environmental balance modalities between human transformations and ecosystems, environmental Design PhD individuates and defines methods and instruments to address and control human settlement planning and to form and define the landscape.

 

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma