Laboratorio Sapienza Design Factory

Descrizione della struttura

Sapienza Design Factory (SDF) è una struttura di ricerca applicata, luogo di incontro tra ricerca universitaria e mondo imprenditoriale e professionale nel settore del Design.

Nasce nel 2003 come Laboratorio del Dipartimento PDTA (già ITACA) per la sperimentazione applicata nei diversi campi in cui si esprime la ricerca sul Design (dal Design di Prodotto, al Design della Comunicazione, all’Exhibit Design, al Transportation Design, al Fashion Design, all’Eco Design).

Nel 2007 entra a far parte dei Joint Lab di Sapienza Innovazione, il soggetto che promuove lo scambio tra ricerca universitaria e impresa, nato dalla partnership tra Sapienza Università di Roma, Unicredit Group, FILAS e BIC Lazio.

Grazie al Programma di Valorizzazione dei Laboratorio Universitari della Regione Lazio, dal 2010 Sapienza Design Factory apre una area specifica dedicata all’Innovazione di Prodotto Design Driven implementando oltre alle già alte competenze scientifica anche una capacità tecnica all’avanguardia.

Dal 2011 Sapienza Design Factory apre una partnership strategica con la FGTecnopolo e con la Unoauno trasferendo la propria sede all’interno del Tecnopolo Tiburtino nel complesso FGTecnopolo Headquarter.

Mission

L’obiettivo del Laboratorio SDF è quello di costituirsi anello tra ricerca di base e ricerca applicata per la crescita competitiva del sistema manifatturiero delle PMI

La sua vision pone il DESIGN al centro di un sistema di competenze per lo sviluppo di prodotti innovativi per qualità tecnico-prestazionale ed estetica, al fine di aumentare la capacità competitiva delle Imprese in relazione ai bisogni emergenti delle società presenti e future.

SDFè anche incubatore per nuovi talenti dove ricercatori, professionisti e giovani designer possono avviare una sperimentare continua, costituendo così un inesauribile risorsa a servizio del sistema produttivo e delle istituzioni.

SDF, oltre alla partnership strutturata con FGTecnopolo e Unoauno e alla sinergia con i Joint-Lab di Sapienza Innovazione, si avvale di volta in volta, su specifici progetti, delle competenze di ricercatori e professionisti leader nei settori di loro competenza.

Competenze

Le competenze, di ricerca e tecnico ed operativo, presenti nel Laboratorio SDF si rivolgono ai seguenti campi di applicazione:

- Innovazione di processo e di prodotto nell’area del Product Design (comprendendo tutti i settori manifatturieri) ;

- Studi di scenario e sviluppo pre-competitivo nell’area dello Strategic Design;

In particolare le attività sono articolate su tre ambiti

- Analisi delle condizioni competitive e produttive e sviluppo di Scenari Competitivi

- Progettazione e sviluppo di pre-industrializzazione di prodotti e/o componenti innovativi

- Sperimentazione di Rapid Prototyping e di Rapid Manufacturing, con particolare attenzione allo studio dei processi digitali di generazione morfologica e alla sperimentazione di nuovi materiali.

I campi di applicazione di tali tecnologie vanno dal:

- Manifatturiero

- Medicale

- Meccanica di precisione

- Elettronica

- Componentistica per devices tecnologici interattivi.

Le tecnologie presenti nel Laboratorio sono:

- Stampa 3D con processi di costruzione depositati Fused Deposition Modeling (FDM™) che consentono la realizzazione di geometrie estremamente complesse inun'ampia gamma di materiali tecnici ad alte prestazioni senza post-lavorazionichimiche.

- Stampa 3D a getto simultaneo di più materiali (Digital Materials™ compositi) a riproduzione dei processi di doppia-iniezione; utilizzo di miscele auto composte in 21 differenti gradi di rigidità; stampa con resina trasparente (vero Clear); dimensione del getto da 16μ a 30μ.

- Taglio e incisione Laser per lastre di spessore da 1mm a 20mm di materiali acrilici, carte e cartoni, pellami e cuoi, legno e derivati, vetri, polimeri privi di (pvc), tessuti naturali e sintetici (privi di pvc), compositi a base dei precedenti materiali;

- Termoformatura FM660 con piano di lavoro di 622x622mm e profondità massima di termoformatura di 406mm su foglio dello spessore massimo di 6mm; con possibilità di finestre di riduzione per pezzi di piccole dimensioni.

- Fresa Rapid Milling (CNC) a 3 assi con piano di lavoro di 800x1250mm per il taglio e l’incisione di qualsiasi materiale plastico, metalli e leghe di metalli dolci legni e derivati; corsa verticale dell’asse Z da 0 a 200mm.

- Stampa in Silicone a colata sottovuoto MK MINI è una tecnologia innovativa per la produzione di stampi in silicone e prototipi funzionali a partire dal modello originale nell'arco di una giornata con costi molto ridotti. Partendo da un modello originale si crea un cosiddetto "soft-tool" che consente la produzione di piccole serie di parti in resina poliuretanica o epossidica. Si possono ottenere anche particolari perfettamente trasparenti. - Massimo peso di colata: 1.400 gr - Grandezza massima dello stampo: 450x470x400 mm.

A queste tecnologie si aggiungono le alte competenze dei tecnici nel campo de:

- Rilevazione attraverso Scanner Laser

- Modellazione solida di geometrie anche complesse

- Reverse engineering per la componentistica di precisione.

 

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma