Collegio dei musei

1. Il Collegio dei Musei ha funzioni di proposizione rispetto alle linee generali di sviluppo del PMS e di definizione dei programmi esecutivi. E’ presieduto dal Direttore del PmS ed è costituito dai Direttori deiMusei e dal personale con funzioni di curatore e di curatore di Area. Alle riunioni partecipa il Segretario Amministrativo, con funzione verbalizzante.

2. Il Collegio dei Musei: a) propone i programmi e le linee generali di sviluppo del PMS; b) propone il piano previsionale delle risorse necessarie per il funzionamento del PmS e dei Musei sulla base delle proprie esigenze ordinarie e dei programmi annuali; d) coordina le modalità di accesso, previa verificadella disponibilità da parte dei Dipartimenti di riferimento; e) propone la terna di docenti della Sapienza di alto profilo scientifico-culturale tra i quali il Rettore, su parere conforme del Senato Accademico, nominerà il Direttore del PMS; e) designa un Direttore di Museo per Area, su proposta delle stesse, quale propria rappresentanza in seno al Consiglio direttivo.

3. Il Collegio dei Musei si riunisce, su convocazione del Direttore, almeno 2 volte l’anno; riunioni straordinarie possono essereconvocate anche su richiesta di almeno la metà dei suoi membri.

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma