Lina Malfona

 

 

    linamalfona@alice.it

 

Nata a Cosenza nel 1980, vive e lavora a Roma. Si laurea in Architettura nel 2005 e nel 2008 è Dottore di ricerca in Progettazione Architettonica e Urbana. Dal 2008 al 2013 è professore a contratto di Laboratorio di Progettazione Architettonica presso la Facoltà di Architettura dell’Università Sapienza di Roma. Dal 2012 consegue assegni di ricerca presso il Dipartimento di Architettura e Progetto della stessa università. Nel 2014 ottiene l’Abilitazione Scientifica Nazionale al ruolo di Professore di Seconda Fascia nel settore scientifico disciplinare 8D1.
Dal 2008 è socio fondatore dello studio Malfona Petrini Architetti. I suoi lavori sono stati esposti in mostre e recensiti su riviste di settore.
 
Lina Malfona è autrice di monografie, saggi e articoli pubblicati su libri e riviste. Essi affrontano principalmente tre filoni di ricerca, legati a tematiche inerenti alla composizione architettonica. 
 
Il primo ambito è incentrato sul fondamento urbano del progetto, come emerge dalle monografie “Tra Roma e il mare. Storia e futuro di un settore urbano” (Libria, Melfi 2014) e “Il tracciato urbano. Logiche insediative e implicazioni architettoniche” (Libria, Melfi 2012) e da alcuni saggi, come "Attualità della città per parti". Tale tema è stato affrontato anche nei corsi di Laboratorio di Progettazione e in alcune competizioni, svolte in qualità di capogruppo, come il concorso internazionale di progettazione "Meno è Più 3" (progetto finalista II fase), il concorso internazionale di progettazione "Lezioni di campus" (II premio), il concorso internazionale di idee “Il divenire dell’Europa” (menzione di merito), il concorso internazionale di progettazione Europan 12 (menzione speciale).
 
Il secondo ambito d’indagine si incentra sui temi legati alla scrittura architettonica, come dimostrano il libro “Per una definizione del progetto” (Kappa, Roma 2010) e numerosi altri scritti. L'attività progettuale, incentrata ad oggi sulla progettazione della residenza, con alcune realizzazioni, testimonia questo secondo filone. La casa, intesa come elemento fondativo del paesaggio italiano, è declinata come cornice che inquadra sagome e orizzonti di campagna romana, come appare nella serie di ville “Frames”, della quale fanno parte le tre residenze “Finestre sul Fiume” e la “Casa GuRo”, in corso di costruzione a Formello, oltre alle “Case binate” del 2013 (realizzate e pubblicate sulle riviste “Progetti”, “Progetti Roma”, “Arte e Critica”, "Anfione e Zeto" e "Paesaggio Urbano").
Il terzo ambito si concretizza in una serie di scritti di riflessione sui maestri dell’architettura, si pensi alle biografie dei maggiori architetti italiani, pubblicate nel Dizionario Biografico Illustrato DBI (all’interno del Catalogo del Padiglione Italiano alla Biennale di Venezia del 2006, a cura di Franco Purini, Livio Sacchi, Nicola Marzot), ai saggi "Istologia muratoriana" (nel libro “Saverio Muratori Architetto”, a cura di Giancarlo Cataldi), “Processualità di Marcello Piacentini” (in “Ananke”), “Franco Purini e Laura Thermes: composizione architettonica in tre atti” (in “Architetture e Città del III millennio”), “Angelo Mangiarotti e la leggibilità del processo costruttivo”, “Rogelio Salmona: l’architettura come musica silenziosa”, “Le vedute di Piranesi, artista del “Rinnovo” (pubblicati in “L’Industria delle Costruzioni”).
 
 

I suoi progetti sono visibili sul sito internet www.malfonapetrini.it