Bando assegno ricerca 6_2018

Mercoledì, 14 Marzo, 2018

BANDO DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI ASSEGNI PER LO SVOLGIMENTO DI ATTIVITÀ DI RICERCA DI CATEGORIA B

 

BANDO N. 6/201

Disposizione 12/2018
prot n 108 del 14/03/2018

 

IL PRESIDE

 

VISTA la Legge 9.5.1989, n. 168;

VISTA la Legge 30 dicembre 2010, n. 240 ed in particolare l’art. 22;

VISTO lo Statuto dell’Università emanato con D.R. n. 3689 del 29/10/2012;

VISTO il Regolamento per il conferimento di assegni di ricerca emanato con D.R. n. 1030/2017 del 07.04.2017;

VISTO il D.M. n. 102 del 09.03.2011 con il quale l’importo minimo lordo annuo degli assegni di ricerca banditi ai sensi della Legge 240/2010 è determinato in una somma pari ad € 19.367,00 al netto degli oneri a carico dell’amministrazione;

VISTE le delibere del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione, rispettivamente del 12.04.2011 e del 19.04.2011;

VISTA la delibera del Consiglio Scuola del 13 Febbraio 2018 con la quale è stata approvata la pubblicazione del bando in oggetto ………….

VISTA la delibera del Consiglio della Scuola di Ingegneria Aerospaziale con la quale è stato, tra l’altro, deliberato di incrementare l’importo dell’assegno di ricerca, rispetto al minimo stabilito dagli Organi collegiali, in relazione alla tipologia di funzione;

VISTA la copertura economico-finanziaria del progetto AFRICULTURES (H2020)

VERIFICATA la regolarità amministrativo-gestionale da parte del Responsabile Amministrativo Delegato del Dipartimento;

 

 

DISPONE

 

Art. 1

(Progetto di ricerca)

 

E’ indetta una procedura selettiva pubblica, per titoli, per l'attribuzione di n. ..1.. assegno per lo svolgimento di attività di ricerca di categoria B) – Tipologia….[I] della durata di… anni…1 per il Settore scientifico disciplinare ING-IND/05….relativo al seguente Progetto di ricerca: “Fusion across scales and data sources to feed the AfriCultuRes services data”, presso la Scuola di Ingegneria Aerospaziale dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.

 

Art. 2

(Durata, rinnovo, ed importo dell’assegno)

 

L’assegno/gli assegni di ricerca di cui all’art. 1 avrà/avranno la durata di…1 anno e potrà/potranno essere rinnovato/i, secondo quanto previsto dall’art. 22, comma 3 della legge 240/2010.

La durata complessiva dei rapporti instaurati, ai sensi dell’art. 22 comma 3 della Legge 240/2010, compresi gli eventuali rinnovi, non può comunque essere superiore a sei anni, ad esclusione del periodo in cui l’assegno è stato fruito in coincidenza con il dottorato di ricerca, nel limite massimo della durata legale del relativo corso.

La durata complessiva dei rapporti instaurati con i titolari degli assegni di ricerca e dei contratti dei ricercatori a tempo determinato di cui all'art. 24 della Legge 240/2010, stipulati con il medesimo soggetto, non può in ogni caso superare i dodici anni, anche non continuativi. Ai fini della durata dei predetti rapporti non rilevano i periodi trascorsi in aspettativa per maternità o per motivi di salute secondo la normativa vigente.

L’importo lordo annuo è stabilito in € 30.000,00 in (in lettere euro trentamila/00) al lordo degli oneri a carico del beneficiario e sarà erogato in rate mensili.

Agli assegni si applicano, in materia fiscale, le disposizioni di cui all'art. 4 della legge 13 agosto 1984, n. 476 e successive modificazioni e integrazioni, nonché, in materia previdenziale, quelle di cui all'art. 2, commi 26 e seguenti, della legge 8 agosto 1995, n. 335 e successive modificazioni, in materia di astensione obbligatoria per maternità, le disposizioni di cui al Decreto del Ministro del Lavoro e della previdenza sociale 12 luglio 2007 ed in materia di congedo per malattia, l’art. 1, comma 788, della Legge 27 dicembre 2006, n. 296 e successive modificazioni.

La Scuola garantisce parità e pari opportunità tra uomini e donne per l’attribuzione degli assegni in questione e la tutela della riservatezza del trattamento dei dati personali, secondo le disposizioni vigenti.

Durata: 1 anno [...]
DOWNLOAD BANDO COMPLETO

 

F.to Il Preside