BANDO DI COLLABORAZIONE N. 12

Martedì, 17 Ottobre, 2017

Prot 329 del 17/10/2017
Disposizione 26/2017
class VII/1

BANDO PUBBLICO DI SELEZIONE PER IL CONFERIMENTO DI UN INCARICO DI LAVORO AUTONOMO   DA ATTIVARE PER LE ESIGENZE DELL’UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI ROMA “LA SAPIENZA” SCUOLA DI INGEGNERIA AEROSPAZIALE.

Bando 12 del 2017

 IL PRESIDE

VISTO

 

il Regolamento per l’affidamento di incarichi di collaborazione coordinata e continuativa, consulenza  professionale e prestazione occasionale in vigore presso l’Università degli Studi di Roma  “La Sapienza”, reso esecutivo con D.D. n. 768 del 12/08/2008 e D.D. 586 del 6/07/2009;

la delibera del Consiglio della Scuola di Ingegneria Aerospaziale  del 17  Luglio 2017;
considerato che, nell’ambito del personale strutturato a disposizione dell’Amministrazione conferente,  non sono oggettivamente rinvenibili figure professionali idonee per la realizzazione delle attività oggetto del presente bando;
considerato che dalla verifica preliminare (avviso interno n. …9…../2017 – Prot. n304/2017) non sono emerse disponibilità ovvero competenze adeguate per fare fronte alle esigenze rappresentate dalla   Scuola di Ingegneria Aerospaziale – Richiedente Prof. Antonio Paolozzi;

vista la copertura economica- PROGETTO LARES 2- CUP F82F1700038005

INDICE

una procedura di valutazione comparativa per il conferimento di un incarico di lavoro autonomo per lo svolgimento dell’attività di ricerca avente ad oggetto  “supporto alla progettazione di interfacce per il termovuoto" a favore della Scuola di Ingegneria Aerospaziale dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.

Articolo 1
La presente procedura di valutazione comparativa è intesa a selezionare un soggetto disponibile a stipulare un contratto di diritto privato per il conferimento di incarico di lavoro autonomo per lo svolgimento della seguente attività/progetto: “supporto alla progettazione di interfacce per il termovuoto" a favore della Scuola di Ingegneria Aerospaziale dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.

Articolo 2
L’attività oggetto del contratto dovrà essere conclusa entro 30 giorni dalla stipula del contratto.
La collaborazione prevede un corrispettivo complessivo pari ad €  5000 (cinquemila/00) al lordo delle ritenute fiscali, previdenziali ed assistenziali a carico del prestatore di lavoro autonomo.

Articolo 3
La attivatà  sarà espletata personalmente dal soggetto selezionato in piena autonomia senza vincoli di subordinazione e in coordinamento con la Struttura si svolgerà presso la Scuola di Ingegneria Aerospaziale sotto la responsabilità scientifica del prof. Antonio Paolozzi.

Articolo 4
I titoli e i requisiti di ammissione alla presente procedura di valutazione comparativa sono:

Laurea Speciale in Ingegneria Aerospaziale o Laurea magistrale, specialistica o V.O. in ingegneria Aeronautica o Aerospaziale o similare. Esperienza con programmi di progettazione CAD documentata da esperienza lavorativa e/o da pubblicazioni.

I titoli e i requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine ultimo per la presentazione della domanda di ammissione alla selezione.

Il candidato che non dichiari nelle forme indicate nel successivo articolo, il possesso dei titoli e dei requisiti richiesti per la partecipazione alla selezione, si intende automaticamente escluso, senza alcun onere di comunicazione da parte di questa Struttura.

Non possono accedere alla selezione coloro i quali siano esclusi dall’elettorato politico attivo e coloro i quali siano stati destituiti, dispensati o licenziati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero siano cessati con provvedimento di licenziamento o destituzione a seguito di procedimento disciplinare o di condanna penale, o siano stati dichiarati decaduti da altro pubblico impiego per averlo conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità insanabile o abbiano subito una condanna penale che, in base alla normativa vigente, preclude l’instaurazione di un rapporto di lavoro con la pubblica amministrazione.

In relazione a quanto disposto dall’art. 18 comma 1 della L. 241/10, non possono partecipare alla selezione coloro che abbiano un grado di parentela o affinità, fino al quarto grado compreso, con un professore appartenente alla Scuola di Ingegneria Aerospaziale  che bandisce la selezione ovvero il Rettore, il Direttore Generale o un componente del Consiglio di Amministrazione dell’Università (Mod. C).

Articolo 5

L’incarico sarà affidato sulla base della valutazione dei seguenti titoli e requisiti.
il voto di laurea;
comprovata esperienza maturata nello svolgimento delle attività richieste dal presente bando.
Non è previsto colloquio.
Il punteggio riservato ai titoli e ai requisiti è di 40 punti.

Articolo 6

Gli interessati devono redigere le domande secondo l’allegato (mod. A), che fa parte integrante del presente bando, pubblicato nel sito web dell’Ateneo con tutti gli elementi in esso richiesti.

La domanda di partecipazione alla selezione, redatta in carta libera, firmata dagli aspiranti (allegati A, B, C, D, E), potrà essere inoltrata  per via telematica (all’indirizzo di posta elettronica: sia@cert.uniroma1.it; oppure per raccomandata AR (farà fede il timbro postale) a: Scuola di Ingegneria Aerospaziale, via Salaria 851, 00138 Roma.  entro e non oltre il 15 esimo giorno decorrente dalla data di pubblicazione della presente procedura, pena l'esclusione dalla procedura comparativa.

Alla domanda di partecipazione dovranno essere allegati:

-  dichiarazione dei titoli di studio posseduti;

-  il curriculum della propria attività scientifica e professionale.

- altro Curriculum professionale sintetico redatto in modo da garantire la conformità del medesimo a quanto prescritto dall'art. 4 del Codice in materia di protezione dei dati personali e dall'art. 26 D.Lgs. 33/2013, in formato pdf testuale, dal quale dovranno essere eliminate tutte le informazioni relative ai dati personali e/o sensibili. contrassegnando tale curriculum per la destinazione "ai fini della pubblicazione in ottemperanza all'art. 15 del D. Lgs. 33/2013"-

Tale documento sarà utilizzato per la pubblicazione sui siti web di Ateneo e della Struttura in ottemperanza al D. Lgs. 33/2013,  a norma dell'art. 1, comma 35, della Legge 190/2012.
Pena l'esclusione dalla procedura comparativa sulla busta (nel caso di domanda presentata in forma cartacea) contenente la domanda dovranno essere indicati esplicitamente i riferimenti del bando.

Nella domanda di partecipazione i candidati debbono indicare un indirizzo di posta elettronica personale al quale inviare ogni comunicazione, ivi comprese le convocazioni per il colloquio se previsto, senza che vi sia altro obbligo di avviso.

Nella domanda (Mod. A) redatta in forma di dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28/12/2000, n. 445, con allegata fotocopia del documento di identità in corso di validità, i candidati devono dichiarare sotto la propria responsabilità, a pena esclusione:

1) le proprie generalità, la data e il luogo di nascita, la residenza ed il recapito eletto agli effetti del concorso (specificando il codice di avviamento postale e, se possibile, il numero telefonico e l’indirizzo e-mail);

2) di essere in possesso del diploma di laurea o del titolo di studio conseguito all’estero (se richiesto). Qualora il titolo sia stato conseguito all’estero, deve essere dichiarata la sussistenza dell’equiparazione secondo le modalità di cui all’art. 38 del D.L.vo n. 165/2001; i cittadini stranieri dovranno essere in possesso di un titolo di studio riconosciuto equipollente a quelli di cui al precedente comma in base ad accordi internazionali, ovvero con le modalità di cui all’art. 332 del TU 31 agosto 1933 n. 1592. Tale equipollenza dovrà risultare da idonea certificazione rilasciata dalle competenti Autorità.

3) la insussistenza di cause limitative della capacità del candidato di sottoscrivere contratti con la Pubblica Amministrazione e di espletare l’incarico oggetto della selezione. Nel caso che il partecipante alla selezione sia un dipendente pubblico, fra la documentazione da produrre deve essere acclusa anche l’autorizzazione a poter svolgere l’incarico, resa ai sensi dell’art. 53 del D.Lgs. 165/2001, nel caso che risulti vincitore della selezione pubblica (obbligatoria anche in caso di dichiarazione sostitutiva);

4) di essere a conoscenza che ai sensi delle modifiche, introdotte con l'art. 15, comma 1, della legge 12 novembre 2011 n. 183, alla disciplina dei certificati e delle dichiarazioni sostitutive contenuta nel D.P.R. 445/2000, le Pubbliche Amministrazioni non possono più richiedere nè accettare atti o certificati contenenti informazioni già in possesso delle P.A.

Pertanto, saranno ammesse e considerate valide le sole dichiarazioni sostitutive di certificazione e/o gli atti di notorietà presentati ai sensi del D.P.R.  445/2000.

I certificati, qualora trasmessi, non potranno essere presi in considerazione da questa Amministrazione.

La sottoscrizione non necessita di autenticazione ai sensi dell’art. 39, 1 comma del D.P.R. 445/2000.

La struttura non si assume alcuna responsabilità per eventuali disguidi nelle comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni della residenza e del recapito da parte dell’aspirante o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento degli stessi, né per eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili all’Amministrazione medesima.

Le pubblicazioni, le certificazioni e i titoli che il candidato intende presentare ai fini della valutazione comparativa, ai sensi dell’art. 5 del presente avviso, devono essere dichiarati dai candidati nella domanda, a pena di non valutazione; i titoli possono essere prodotti in allegato alla domanda di partecipazione, in originale o in copia autenticata ovvero in copia dichiarata conforme all’originale mediante dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, ai sensi dell’art. 47 del DPR 28.12.2000, conforme al mod. B, con allegata fotocopia del documento di identità in corso di validità.

Alla domanda (mod. A) dovranno pertanto essere allegati in formato PDF:

dichiarazione sostitutiva di certificazione resa ai sensi del DPR 445/2000 sul possesso del diploma di laurea o titolo equivalente anche conseguito all’estero di documenti e dei titoli che si ritengono utili ai fini del concorso (diplomi di specializzazione, attestati di frequenza di  corsi di perfezionamento post-laurea, conseguiti in Italia o all'estero, borse di studio o incarichi di ricerca conseguiti sia in Italia che all'estero, etc.)(mod. B);

dichiarazione sostitutiva di certificazione resa ai sensi del DPR 445/2000 dell’assenza di un grado di parentela o affinità, fino al quarto grado compreso, con un professore appartenente alla Scuola di Ingegneria Aerospaziale che bandisce la selezione, ovvero il Rettore, Il Direttore Generale o un componente il Consiglio di Amministrazione dell’Università (mod. C);

dichiarazione sostitutiva di certificazione resa ai sensi del DPR 445/2000, relativa allo svolgimento di attività lavorativa presso enti pubblici/privati (mod. D);

curriculum della propria attività scientifica e professionale datato e firmato;

Con riferimento alle pubblicazioni, che si ritengono utili ai fini della presente procedura selettiva, i candidati dovranno, altresì, allegare apposita dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà in cui se ne attesti la conformità all’originale (ai sensi dell’art. 47 del D.P.R.445/2000) (mod. E)

I titoli redatti in lingua straniera devono essere corredati dalla traduzione in lingua italiana che deve essere certificata conforme al testo dalle competenti autorità.

Non è richiesta la traduzione delle pubblicazioni e dei titoli redatti in lingua inglese.

Tutte le modalità di autocertificazione fin qui previste si applicano indistintamente ai cittadini italiani e ai cittadini dell’Unione Europea (art. 3 del D.P.R. 445/2000).

I cittadini di Stati non appartenenti all’Unione Europea, regolarmente soggiornanti in Italia, possono utilizzare le dichiarazioni sostitutive di cui agli articoli 46 e 47 limitatamente ai casi in cui si tratti di comprovare stati, fatti e qualità personali certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici o privati italiani art. 3 D.P.R. 445/2000).

I cittadini stranieri non residenti in Italia non possono avvalersi in alcun modo dell’istituto dell’autocertificazione (art. 3 del D.P.R. 445/2000).

I candidati dovranno provvedere, a loro spese, entro tre mesi dall'espletamento del concorso, al recupero dei titoli e delle eventuali pubblicazioni inviate. Trascorso tale periodo la Struttura non potrà ritenersi responsabile, in alcun modo, per dette pubblicazioni e titoli

Articolo 7

La Commissione composta da 3 componenti, di cui uno con funzioni di presidente, esperti nelle materie attinenti alla professionalità richiesta, formula la graduatoria di merito secondo l’ordine decrescente dei punti attribuiti ai candidati.

Il giudizio della Commissione è insindacabile nel merito.

Della graduatoria sarà data pubblicità mediante pubblicazione sul sito Web della Scuola e su quello dell’Ateneo.

La Scuola si riserva, in caso di sopravvenuta necessità, di attingere dalla graduatoria degli idonei per la sottoscrizione di contratti di diritto privato aventi il medesimo oggetto dell’incarico di cui al presente avviso.

Articolo 8

Il Preside, dopo aver verificato la regolarità della procedura, ne approva gli atti. Il candidato risultato vincitore sarà invitato alla stipula del contratto, in conformità alle norme vigenti.
La mancata presentazione dell’interessato sarà intesa come rinuncia alla stipula del contratto.

Articolo 9

Ai sensi dell’art. 13, comma 1, del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196, i dati personali forniti dai candidati sono raccolti presso la Scuola di Ingegneria Aerospaziale per le finalità di gestione della procedura selettiva e sono trattati anche successivamente all’eventuale conferimento dell’incarico, per le finalità inerenti alla gestione del rapporto medesimo.

Il conferimento dei dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dal concorso. Ai candidati sono riconosciuti i diritti di cui all’art.7 del citato D.Lgs n. 196/2003, in particolare il diritto di accedere ai propri dati personali, di richiederne la rettifica, l’aggiornamento e la cancellazione, se incompleti, erronei o raccolti in violazione della legge, nonché di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi, rivolgendo le richieste al Preside della Scuola di Ingegneria Aerospaziale dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.

Articolo 10

Ai sensi della Legge 7.8.1990, n. 241 e successive modifiche ed integrazioni, il Responsabile del procedimento è il Sig.Massimo Gitto – massimo.gitto@uniroma1.it

Roma, 11/10/2017

Il Preside
Prof. Paolo Teofilatto