La Scuola

Scuola di Ingegneria Aerospaziale

Cenni Storici

La Direzione Superiore Studi e Esperienze (DSSE) istituita nel Giugno 1927 ereditò dallo "Stabilimento Esperienze e Costruzioni Aeronautiche del Genio", costituito nel 1912 presso il Lungotevere Michelangelo a Roma, gli impianti che, pur di rilievo, in breve si dimostrano non più adeguati ai tempi e alle esigenze della Aeronautica Militare.
Proprio per poter disporre di nuovi, più numerosi e più efficienti laboratori nel 1935 la DSSE venne
spostata da Roma: si scelse la vasta area di Montecelio (l'attuale Guidonia1) ove si trovava, già nel 1915, un aeroporto2 che, notevolmente potenziato divenne il primo Centro Sperimentale di Volo.
Venne così realizzato un luogo dove l'ingegno di molti scienziati italiani poteva essere immediatamente supportato da prove in laboratorio e su velivoli, realizzati nell'adiacente Arsenale di Costruzioni
Aeronautiche e sperimentati dai migliori piloti dell'Aeronautica italiana. Si crearono le condizioni ideali per poter aggregare tecnici militari, accademici e sperimentatori, dotati di tutti i mezzi necessari, che resero, sino al 1943 quando gli eventi della guerra fermarono le attività, la vita della DSSE estremamente vivace e tale da consentire il conseguimento di risultati riconosciuti a livello mondiale.
 
   
 
In particolare nel settore della fluidodinamica compressibile e supersonica basta ricordare l’attività svolta da Antonio Ferri e da Luigi Crocco. Il primo, che progettò e realizzò la galleria supersonica di Guidonia, nell’immediato dopoguerra fu incaricato di riprodurre negli Stati Uniti impianti analoghi e di terminare quelle prove su profili alari che a Guidonia gli eventi bellici avevano inesorabilmente interrotto, ed i
cui risultati diedero straordinario impulso all’aviazione moderna. Il suo libro del 1949 Elements of Aerodynamics of Supersonic Flows [4] che in parte riprende e sviluppa alcuni risultati ottenuti nei laboratori sperimentali di Guidonia, è considerato come la prima descrizione sistematica della fluidodinamica compressibile. Il secondo, figlio di Gaetano Arturo Crocco, uno dei fondatori della
DSSE, pubblicò nel 1937, quando l’attività del Centro era ormai completamente avviata, un teorema fondamentale [5] sui flussi in regime comprimibile e, nel dopoguerra, fu chiamato a Princeton, dove iniziò la prestigiosa scuola di propulsione aerospaziale presso il Guggenheim Laboratory. [...]
 
 
 

         

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma