Ricerche Slavistiche

“Ricerche slavistiche” è la più antica e prestigiosa rivista slavistica italiana. Di proprietà dell’Ateneo “La Sapienza”, è stata creata nel 1952 dal fondatore della Filologia slava in Italia, Giovanni Maver, cui sono nel tempo succeduti Ettore Lo Gatto, Riccardo Picchio, Sante Graciotti e Mario Capaldo. Sin dalle origini la serie dei suoi direttori vanta alcuni degli studiosi più eminenti della slavistica italiana e internazionale a testimonianza dell’alto livello scientifico dei lavori in essa pubblicati. Gli ultimi due direttori sono stati, l’uno dopo l’altro, cooptati come soci nazionali dell’Accademia dei Lincei.
La rivista ha cadenza annuale e si caratterizza per la centralità conferita allo studio filologico dei testi. Tra i suoi costanti collaboratori si annoverano alcuni dei più insigni slavisti, italiani e stranieri, degli ultimi 60 anni. Largo spazio è, nelle ultime annate, dedicato anche ai giovani studiosi, con il risultato che il numero di pagine della rivista è cresciuto fino ad attestarsi sulle 600 pagine circa.
“Ricerche slavistiche” pubblica contributi in tutte le lingue slave viventi e nelle principali lingue veicolari del continente europeo.

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma