Regolamenti didattici

Il laureato magistrale in Ingegneria della Sicurezza e Protezione Civile maturerà le competenze ed acquisirà le conoscenze necessarie a:

- padroneggiare gli strumenti delle scienze di base (matematica, probabilità, statistica, fisica e chimica) al fine di descrivere e interpretare problematiche ingegneristiche, anche complesse;

- possedere approfondite conoscenza sugli aspetti di base ed applicativi dell'ingegneria in generale e di quella della sicurezza, sia inerenti cantieri, opere e infrastrutture che processi e impianti produttivi, e saperle applicare anche nell'ambito di un approccio interdisciplinare;

- valutare, affrontare e risolvere le problematiche di sicurezza di cantieri, opere, infrastrutture, processi e impianti, con riguardo sia agli addetti alle lavorazioni che alla popolazione esposta e all'ambiente, tenendo conto degli aspetti tecnici, economici, normativi ed etici;

- essere in grado di affiancare tecnici specialisti nelle fasi di progettazione di varie tipologie di opere, infrastrutture e impianti, provvedendo all'analisi dei rischi in tutte le fasi di progettazione e realizzazione, alla scelta delle soluzioni progettuali e procedurali a favore della sicurezza ed alla loro implementazione pratica;

- utilizzare fluentemente, in forma scritta e orale, almeno una lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, con riferimento anche ai lessici disciplinari.

 

Manifesti didattici degli anni accademici precedenti

Manifesto didattico A.A. 2020-2021
Manifesto didattico A.A. 2019-2020
Manifesto didattico A.A. 2018-2019
Manifesto didattico A.A. 2017-2018
Manifesto didattico A.A. 2016-2017
Manifesto didattico A.A. 2015-2016
Manifesto didattico A.A. 2014-2015
Manifesto didattico A.A. 2013-2014
Manifesto didattico A.A. 2012-2013
Manifesto didattico A.A. 2011-2012
Manifesto didattico A.A. 2010-2011
Manifesto didattico A.A. 2009-2010

 

Italian