Menu Principale

Governo

Sono organi di governo del Centro:

-        Il Direttore

-        Il Comitato Direttivo

-        Il Consiglio tecnico scientifico

 

Il Direttore è  individuato dai Direttori dei Dipartimenti proponenti tra i docenti di ruolo dei Dipartimenti proponenti all’atto del rinnovo. 

Le procedure per la sua individuazione sono attivate dal decano dei direttori di dipartimento.

Alla carica di Direttore del Centro è designabile un docente di ruolo con curriculum particolarmente significativo nei settori d’interesse del Centro e qualificazione scientifica accertata che in ogni caso lo ponga, all’interno della Sapienza, nella prima metà degli afferenti ai settori scientifico-disciplinari propri dei Dipartimenti costituenti il Centro, con valutazione effettuata dai Direttori dei Dipartimenti costituenti il Centro in relazione anche agli indicatori scientometrici normalizzati rispetto alla media dei rispettivi settori scientifico disciplinari, approvati dal Senato Accademico per la valutazione di merito dei docenti della Sapienza.

La sua nomina è disposta con decreto del Rettore.

Il Comitato direttivo svolge funzioni di coordinamento e di gestione del Centro; esso è nominato con provvedimento del Rettore.

Il Comitato direttivo è espressione dei Dipartimenti costituenti il Centro ed è composto dai Direttori dei Dipartimenti interessati e/o docenti di ruolo scelti tra gli afferenti al centro in numero complessivamente non superiore al doppio dei Dipartimenti costituenti.

Il Consiglio tecnico-scientifico è costituito dai componenti del Comitato direttivo, dai docenti e dal personale tecnico-amministrativo partecipante alle attività del Centro.

Possono partecipare alle riunioni del Consiglio tecnico-scientifico, senza diritto di voto e senza concorrere al numero legale, anche i dottorandi ed i titolari di contratto e di assegni di ricerca se e in quanto svolgano attività di ricerca all’interno dei progetti approvati dal Centro.

Il Consiglio tecnico-scientifico esprime pareri al Comitato direttivo sulle linee e sui programmi di ricerca, nonché sui servizi tecnico-scientifici da erogare nell’ambito delle proprie competenze.