Olimpiadi delle Neuroscienze

Anno 2018:

Ripartono le  Olimpiadi delle Neuroscienze 2018, una competizione internazionale che mette alla prova studenti delle scuole medie superiori, di età compresa fra i 13 e i 19 anni, sul grado di conoscenza nel campo delle neuroscienze. L’obiettivo principale della competizione, promossa dalla Società italiana di neuroscienze, è accrescere fra i giovani l’interesse per la biologia in generale e per lo studio della struttura e del funzionamento del cervello umano, l’organo più complesso del nostro corpo. Tre docenti della Sapienza afferenti ai Dipartimenti di Biologia e Biotecnologie Charles Darwin e al Dipartimento di Fisiologia e Farmacologia. sono responsabili dell' organizzazione regionale della competizione, in collaborazione con l’EBRI e  Mondo Digitale. Il progetto è supportato nell’ambito del Progetto PNLS, Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali.

Referenti regionali: Laura Maggi, Ada Maria Tata, Andrea Mele, Enrico Cherubini.

Quest’anno i ragazzi delle 17 scuole del Lazio che hanno aderito all’iniziativa sono stati invitati per un pomeriggio di incontro in Sapienza, dove hanno assistito a due presentazioni e partecipato alle attivita’ interattive organizzate in collaborazione con gli studenti del corso di Laurea Magistrale in Neurobiologia della Sapienza. Il prof. Antonino Cattaneo  (EBRI) ha raccontato ai ragazzi i recenti  approcci per lo studio della plastictia’ cerebrale, mentre il Dott. Igor Branchi (Istituto Superiore di Sanita’) ha parlato della necessita’ di studiare il cervello in un ottica evolutiva. I ragazzi hanno potuto fare domande e spostarsi poi nelle diverse postazioni per le varie attività.

Il 17 marzo si e’ svolta in Sapienza presso l’aula MOntalenti, la fase regionale della Competizione che ha visto i primi 5 ragazzi classificati nella fase locale di ogni scuola gareggiare per i primi 3 posti. Ai primi classificati di ogni scuola verra’ proposto un pomeriggio presso 3 laboratori di ricerca, di Biologia Molecolare e Cellulare e di Elettrofisiologia presso la Sapienza e uno di Neurogenesi adulta  presso il CNR di Via Fosso del Fiorano. Inoltre ai primi 10 classificati verra’ offerto un corso di robotica presso il Fablab Mondo Digitale. I primi tre classificati parteciperanno alla gara nazionale che si svolgerà a Catania il 4 e 5 maggio 2018.

Sono risultati vincitori della gara regionale laziale 2018:

1.      Pinzaglia Camilla (Liceo Mamiani, Roma)

2.      Rossi Matteo (Liceo Peano, Monterotorndo)

3.      Fusco Francesca ((Liceo Peano, Monterotorndo)

I ragazzi vincitori hanno ricevuto come premio due libri: “Cervello” di Alberto Oliverio, e “Un cervello sempre giovene” di Stefano Farioli Vecchioli.