Open Access

OPEN ACCESS
 

La Policy di ateneo per l’accesso aperto, approvata dal Senato Accademico con deliberazione n. 50 dell'11 febbraio 2020 ed entrata in vigore il 27 febbraio 2020 con l’emanazione del Decreto Rettorale n. 699, favorisce e colloca, tra i doveri istituzionali dell’Ateneo, l’accesso aperto alla letteratura scientifica per migliorarne la visibilità, aumentarne l’impatto e comunicare conoscenze e progressi scientifici alla società civile, garantendone la disponibilità a lungo termine.

La Sapienza promuove il principio dell’accesso aperto secondo la green road, attraverso il repository IRIS. All’interno del catalogo IRIS è presente il collegamento alla banca-dati Sherpa-Romeo per la verifica delle policy di pubblicazione adottate dai maggiori editori scientifici, ai fini di una scelta consapevole e corretta della versione del full text da depositare in catalogo.

Chi può pubblicare  in Open Access ?
- Qualsiasi autore che sceglie di pubblicare in una rivista open access, per esempio, PLOS, o in riviste che offrono il modello "author's choice", il cosiddetto "gold" OA. Ormai quasi tutti gli editori offrono opzioni di questo tipo - Nature, Elsevier, Springer, Wiley e tanti altri. 

Chi può archiviare in Open Access ?
- Un'altra opzione, "green" OA, è l'auto-archiviazione da parte dell'autore sul sito personale o  nel repositorio istituzionale. Qui si tratta  dell'archiviazione del pre-print o del post-print (l'ultima versione dell'autore) a partire da un determinato periodo di embargo, di solito di 12-48 mesi per le riviste STM, successivo alla pubblicazione sulla rivista.

Politiche di copyright
- Per facilitare la scelta  Green OA l'autore può verificare politiche e condizioni di accesso/copyright sia degli editori che dei periodici su SHERPA-RoMEO visibile in IRIS, il Catalogo della Ricerca Sapienza, al momento del caricamento del documento.
- Elsevier :  Per sapere il periodo di embargo per le riviste Elsevier si può consultare il Journal Embargo Finder.

Tesi di Dottorato
- I candidati PhD devono depositare la versione digitale finale della loro tesi in IRIS.

 

Italiano

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma