Schede primarie

Presentazione del volume "Irene Brin, Gaspero del Corso e la Galleria L’Obelisco"

Undefined
Presentazione del volume "Irene Brin, Gaspero del Corso e la Galleria L’Obelisco"
Giovedì, 13 Giugno, 2019

Giovedì 13 giugno 2019 alle 17.00 il Polo Museale del Lazio, diretto da Edith Gabrielli, in collaborazione con Sapienza Università di Roma, presenterà al Museo Boncompagni Ludovisi, diretto da Matilde Amaturo, il volume

 

Irene Brin, Gaspero del Corso e la Galleria L'Obelisco

 

L'opera è curata da Vittoria Caterina Caratozzolo, Professoressa di Fashion Theory, Sapienza Università di Roma, Ilaria Schiaffini, Professoressa di Storia dell’arte contemporanea, Sapienza Università di Roma e Claudio Zambianchi, Professore di Storia dell’arte contemporanea, Sapienza Università di Roma ed è edita da Drago (Roma, 2018).

La presentazione del volume, nel cinquantenario della scomparsa di Irene Brin avvenuta il 31 maggio del 1969, si concluderà con la lettura di alcuni tra i suoi più suggestivi articoli, interpretati dall’attrice Daniela Piperno.  

In memoria della giornalista e direttrice de L’Obelisco, il salone delle vedute del Museo Boncompagni Ludovisi e le sale attigue ospiteranno per l’occasione una selezione di cataloghi della Galleria L'Obelisco (Archivio Irene Brin e Archivio dell’Obelisco, La Centrale dell’Arte, Roma. Courtesy Jaja Indrimi); l’esposizione di alcune fotografie di Frank Horvat, realizzate in collaborazione con Irene Brin per il servizio Italy, pubblicato su Harper’s Bazaar, International Fashion Folio, Spring 1962 (Courtesy F. Horvat); una scelta di abiti e accessori, custoditi nella collezione del Museo Boncompagni Ludovisi e in buona parte donazioni di Palma Bucarelli, Barbara Lazzarini, Maria Vittoria Alfonsi e Nicoletta Pietravalle.

L’esposizione degli abiti creata per l’occasione da Vittoria C. Caratozzolo predilige linee e stili di creatori e creatrici di mode che dagli anni Cinquanta alla soglia degli anni Settanta sono stati valorizzati dalla giornalista Irene Brin, non in veste di “passionaria” della moda, ma di perspicace interprete di profondi quanto inavvertiti mutamenti del sentire collettivo. Tra le firme in mostra si ricordano le Sorelle Botti, Germana Marucelli, Maria Antonelli, Emilio Pucci, Fernanda Gattinoni, Antonio De Luca.

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma