sapienza a cielo aperto

Sapienza museo a cielo aperto

La Città Universitaria, edificata tra il 1932 e il 1935 sotto la direzione di Marcello Piacentini, s’inserisce nel dibattito di rinnovamento non solo architettonico ma anche artistico di quegli anni. Nata come «opera collettiva», la sinergia delle arti ne caratterizza lo spazio architettonico e fa sì che la Sapienza sia non solo un “luogo del sapere", ma anche un “luogo d’arte”. Le opere e gli edifici storici costituiscono il patrimonio architettonico e artistico universitario che connota la Sapienza come “museo a cielo aperto”, luogo di tutela e conoscenza dell’arte pubblica di ieri e vetrina comunicativa e interattiva di oggi con la realtà culturale e scientifica dei suoi musei, le loro collezioni storiche e le mostre temporanee. Una realtà museale dalle grandi risorse, un patrimonio unico nel suo genere.

 

 

GLI ARCHITETTI DELLA CITTA' UNIVERSITARIA E ROMA

 

In occasione dei 150 anni dalla proclamazione di Roma a capitale del Regno d'Italia, una serie di video propongono un viaggio dalla Sapienza ai quartieri romani, dalla “piccola città alla grande città” che vede protagonisti gli architetti della Città Universitaria e il loro rapporto con Roma.
 

 

 
 
 
Arnaldo Foschini   Marcello Piacentini   Gaetano Rapisardi
 
 
UNA SAPIENZA TUTTA DA SCOPRIRE
 

Dal murale di Mario Sironi alla “Minerva” di Arturo Martini, che sono i grandi interventi artistici della Sapienza, alle opere che si possono ammirare passeggiando tra i viali e i cortili della Città Universitaria, agli edifici storici e a tanto altro da conoscere in questo viaggio tra passato e presente, tra architettura, arte e storia.

Alla scoperta della Sapienza

 

Gli edifici storici della "Sapienza"

 

Sironi alla Sapienza, il murale svelato

 

Il Rettorato, storia di un progetto

 

 

La Casa dello Studente

 

 

 
 
 
DALL'EDIFICIO AL MUSEO

In questo percorso si ricostruisce la storia di alcuni edifici e dei loro musei per una conoscenza più articolata e integrata del patrimonio culturale universitario: dalla Sapienza “museo a cielo aperto”, alle singole realtà museali che oggi costituiscono il Polo museale Sapienza.

 

                                  
Botanica, il Museo Erbario   Chimica e il suo Museo   Lettere e Filosofia, il Museo dell'Arte Classica

 

 

                                      
Fisica e il suo Museo   Antropologia e il suo Museo   Scienze della Terra e il suo Museo

 

 

LA CITTA' UNIVERSITARIA SPARITA

La Città Universitaria ha conservato integra la sua storicità architettonica grazie alla forza dei suoi segni e nonostante i vari interventi di rinnovamento e trasformazione che si sono susseguiti nell’arco di vari decenni. Le architetture e le opere d’arte che sono andate perdute nel corso del tempo sono “raccontate” in questo percorso per conservare la memoria storica del grande complesso universitario e restituirne il volto dell’epoca.

Approfondisci ... 

La vetrata della Scuola di Matematica
Il murale del Dopolavoro Universitario
I dipinti murali della Casa dello Studente
Le architetture demolite

 

 

Credits:

Referente del progetto multimediale: dott.ssa Darica Paradiso

darica.paradiso@uniroma1.it

 

Referente progetto scientifico e contenuti: dott.ssa Ida Mitrano

ida.mitrano@uniroma1.it

 

Video editing: dott. Jacopo Conti

jacopo.conti@uniroma1.it

 

Comunicazione social: dott.ssa Mariateresa Curcio

mariatersa.curcio@uniroma1.it

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma