SPERIMENTAZIONI PROGETTUALI

Gli studi teorici del gruppo LAPIS trovano applicazione e verifica in sperimentazioni tese a calare nel progetto di architettura le tematiche indagate nei lavori di ricerca. Dette sperimentazioni spaziano per luoghi e temi, ricercando sempre una coerenza con le necessità e le caratteristiche del contesto socio-spaziale.

Alla indagini progettuali volte ad individuare modalità innovative per il vivere contemporaneo, si affiancano le sperimentazioni atte ad affrontare la più drammatica attualità, come l’abitare in insediamenti informali o in condizioni di emergenza.

Il deficit abitativo riscontrabile nel nostro e in altri Paesi sta conducendo la ricerca architettonica del gruppo ad implementare le trasformazioni progettuali – a scopi residenziali – di manufatti esistenti, industriali e non. Il riuso del patrimonio consente, a sua volta, di immaginare, e dunque di progettare, modi di abitare meno convenzionali, più sperimentali, ispirati al vivere comunitario e condiviso. Queste modalità, testate anche in progetti ex novo, si prefigurano come una delle possibili soluzioni per affrontare l’attuale complessa articolazione della società, sempre più multietnica e anziana, con sempre meno certezze; ma soprattutto, una società nella quale il concetto tradizionale di nucleo familiare appare ormai superato, quantomeno inadatto a rappresentarne la molteplicità di condizioni che la realtà quotidianamente esprime.

Alle sperimentazioni progettuali portate avanti dal gruppo e presentate a concorsi, convegni ed esposizioni, si affiancano i tanti progetti di laurea degli studenti, esito di una intensa attività – insieme didattica e di ricerca – svolta nell’ambito del corso di Progettazione architettonica e urbana, all’ultimo anno del corso di laurea quinquennale a ciclo unico in Ingegneria edile-architettura. Tale attività didattica si configura per il gruppo come momento di sintesi e verifica, ma è anche l’occasione per indurre le generazioni dei futuri progettisti a riflettere sulle sfide dell’abitare contemporaneo.