FAQ Corso di Laurea Magistrale in Biotecnologie Mediche

FAQ Corso di Laurea Magistrale in Biotecnologie Mediche

Quando e come deve essere inviata la domanda di ammissione?
E’ possibile inviare la propria domanda di verifica dei requisiti a partire dal 13 luglio 2021, tramite la piattaforma Infostud, seguendo la procedura indicata all’art. 8 del Regolamento Studenti.
Oltre ad inviare la domanda su Infostud, pagando il relativo bollettino, i candidati che non abbiano conseguito il titolo triennale presso “Sapienza” devono inviare alla segreteria didattica del Corso
(clsbiotecnologie@uniroma1.it) copia del certificato di laurea con esami sostenuti, specificando nell’oggetto dell’email “Verifica dei requisiti per ammissione a Biotecnologie Mediche”.

Quali sono i requisiti per l’ammissione?
1. Requisiti curriculari:
Per essere ammessi al CLM in Biotecnologie Mediche è necessario avere conseguito la Laurea in una delle seguenti classi (o possedere altro titolo di studio conseguito all'estero, riconosciuto
idoneo):
- Classe L-2 Biotecnologie ex D.M. 270
- Classe L-13 Scienze Biologiche ex D.M. 270
- Classe LM-41 Medicina e Chirurgia ex D.M. 270
- Classe 1 Biotecnologie ex. D.M. 509/99
- Classe 12 Scienze Biologiche ex. D.M. 509/99
- Classe 46S Medicina e Chirurgia ex. D.M. 509/99
Previgenti ordinamenti quinquennali in Scienze Biologiche e in Biotecnologie.
Oppure, in mancanza di uno dei titoli sopra elencati, è necessario avere acquisito almeno 50 CFU equamente ripartiti tra i seguenti settori scientifico-disciplinari:
- BIO/09 Fisiologia
- BIO/10 Biochimica
- BIO/11 Biologia molecolare
- BIO/13 Biologia applicata
- BIO/14 Farmacologia
- BIO/16 Anatomia Umana
- BIO/17 Istologia
- MED/04 Patologia Generale
- MED/07 Microbiologia
- CHIM/03 Chimica generale
- CHIM/06 Chimica organica
Si viene ammessi alla prova di ingresso se al momento della domanda sono presenti nella carriera del candidato almeno 38 CFU sui 50 richiesti.
L’equità della ripartizione dei CFU tra i diversi settori sarà valutata da un’apposita commissione di docenti.

2. Preparazione personale:
A tutti i laureati nelle tre classi sopra elencate, con titolo conseguito presso Sapienza, è richiesto il
possesso di un adeguato livello di lingua inglese (livello B2), verificato tramite colloquio con una
commissione di docenti.
Sia ai laureati nelle tre classi sopra elencate, con titolo conseguito presso atenei diversi da
Sapienza, sia ai laureati in classi di laurea diverse, oltre al colloquio in lingua inglese, è richiesto il
superamento di una prova di verifica delle conoscenze. La prova consiste in un test scritto, con 60
quesiti a risposta multipla su argomenti di base nell'ambito delle Biotecnologie Mediche
(Biochimica, Chimica e Biologia molecolare, Biologia cellulare, Genetica, Istologia, Anatomia,
Microbiologia, Patologia ed Immunologia).
Le domande dei quiz sono tratte dai programmi dei corsi triennali di Biotecnologie. Non è
disponibile un database con le domande che verranno utilizzate nei test, né con domande tipo.
Per superare la prova è necessario totalizzare un punteggio non inferiore a 36 punti. Ad ogni
risposta corretta viene attribuito 1 punto; per ogni risposta sbagliata vengono sottratti 0,25 punti;
le risposte non date valgono 0 punti.
 

Quando si svolgono le prove di verifica della preparazione personale?
Le prove scritte (solo per i laureati nelle classi L-2, L-6 e LM-46 in Atenei diversi da Sapienza e per tutti i laureati in classi diverse) e i colloqui in inglese (per tutti) si svolgeranno in quattro sedute:
19 ottobre 2021 (per coloro che avranno inviato la propria domanda entro la scadenza di ottobre) 25 novembre 2021 (per coloro che avranno inviato la propria domanda entro la scadenza di
novembre) 17 dicembre 2021 (per coloro che avranno inviato la propria domanda entro la scadenza di dicembre) 20 gennaio 2022 (per i laureati presso Sapienza che avranno inviato la propria domanda entro la scadenza di gennaio) .
La conferma dell’orario e dell’aula sarà data ai diretti interessati tramite email, all’indirizzo di posta indicato su Infostud al momento della registrazione.

Se non si è in possesso dei requisiti curriculari, in che modo è possibile acquisire CFU utili all’ammissione?
Gli studenti già laureati che non sono in possesso dei crediti necessari per soddisfare i requisiti previsti per l’accesso, possono sostenere esami integrativi, iscrivendosi ai corsi singoli con le
modalità descritte all’art.41 del Regolamento Studenti (https://www.uniroma1.it/it/pagina/regolamento-studenti), mentre gli studenti ancora iscritti possono sostenere esami ex. art. 6 del R.D. n. 1269/38 con le modalità descritte all’art.42 del suddetto Regolamento. Eventuali esami integrativi dovranno necessariamente essere superati entro il 29 gennaio 2021,
scadenza ultima per le immatricolazioni.
Gli esami integrativi possono essere individuati tra tutti quelli presenti nell'offerta formativa dell’Ateneo, consultabile nelle sezioni “frequentare” delle pagine dei corsi di studio dell’area
medica, sanitaria, biologica e biotecnologica.
Né la segreteria didattica, né i docenti, hanno a disposizione una lista predefinita di esami da sostenere per acquisire i requisiti curriculari di ammissione al Corso.

Si può presentare domanda di ammissione anche se non si è ancora laureati?
Possono presentare domanda e sostenere la prova di verifica delle conoscenze anche gli studenti ancora laureandi. In caso di superamento della prova, questi ultimi vengono ammessi con riserva,
fino alla presentazione del certificato di laurea (il titolo va comunque conseguito entro i termini previsti dall'art. 8 del Regolamento studenti).

Si può svolgere la prova di verifica delle conoscenze anche se non si è ancora in possesso dei 50 CFU richiesti per l’ammissione?
E’ possibile presentare domanda e sostenere la prova di verifica delle conoscenze purché si sia in posesso di almeno 28 CFU sui 50 richiesti. In caso di superamento della prova, i candidati vengono
ammessi con riserva. Non appena i certificati relativi al superamento degli esami saranno inviati alla segreteria didattica (all’indirizzo email clsbiotecnologie@uniroma1.it), i candidati potranno
formalizzare l’immatricolazione. Gli esami integrativi dovranno necessariamente essere superati entro il 29 gennaio 2022.

Quando iniziano i corsi? 
Le lezioni del I anno, per l’A.A. 2021/2022, avranno inizio il 2 novembre 2021. I calendari delle lezioni sono disponibili nella sezione “Fequentare” del sito del Corso di Studio.

La frequenza dei corsi è obbligatoria?
Sì. Per poter sostenere gli esami è necessario aver frequentato non meno del 67% delle ore di lezione.

Qual è l’impegno richiesto per la preparazione della tesi?
La tesi ha per oggetto un progetto di ricerca di carattere sperimentale, che viene condotto attraverso la frequenza, per circa 12 mesi, di un laboratorio di ricerca (interno ad un Dipartimento di “Sapienza” oppure presso un ente di ricerca esterno).

E’ possibile svolgere il lavoro di tesi all’estero?
Lo studente che desideri svolgere il proprio lavoro di tesi presso un’università o un ente di ricerca all’estero, può usufruire di borse dedicate (bando Erasmus+ per motivi di studio; bando della Facoltà di Farmacia e Medicina per tesi all’estero), previa individuazione di un relatore interno al Corso di Studio, disponibile a seguire il lavoro di ricerca. La tesi, in questo caso, può essere redatta in lingua inglese.

Quali sono gli sbocchi professionali del Corso?
Il biotecnologo medico possiede le competenze del ricercatore con approfondite conoscenze mediche, che gli permettono di interfacciarsi con il mondo della clinica, per il disegno di nuove
strategie nel campo della salute umana, in particolare della prevenzione, della terapia e della diagnostica.
Il laureato in Biotecnologie Mediche possiede dunque le competenze necessarie per svolgere
attività lavorativa nei seguenti ambiti:
- Università ed altri Istituti ed enti pubblici e privati interessati alla ricerca biotecnologica,
biomedica e bioingegneristica
- Industrie, in particolare quelle farmaceutiche, della diagnostica biotecnologica, della
cosmetologia, del settore della chimica fine, dei prodotti biomedicali
- Strutture del Sistema Sanitario Nazionale
- Presidi multizionali di prevenzione (PMP)
- Strutture Medico Legali
- Agenzie regolatore nazionali e internazionali
- Monitoraggio sperimentazioni cliniche (Clinical Research Associate - CRA, Clinical Monitor - CM)
- Società di trasferimento tecnologico
- Società di editoria e comunicazione scientifica
- Charities
- Associazioni settoriali (scientifiche, industriali, di pazienti)
- Enti di brevettazione per lo sfruttamento di prodotti biotecnologici

E’ possibile svolgere il tirocinio per tesi presso un ente esterno all’Università?
Oltre che all’interno di laboratori Sapienza, è possibile svolgere il tirocinio per tesi presso altri Atenei o altri enti di ricerca, previo accordo da formalizzare attraverso specifica modulistica (per
dettagli circa le procedure di autorizzazione dei tirocini esterni, contattare la segreteria didattica (clsbiotecnologie@uniroma1.it).
La tesi è di tipo sperimentale e normalmente si consiglia una frequenza del laboratorio di durata non inferiore ai 12 mesi. Per questo motivo, gli studenti sono incoraggiati ad iniziare a frequentare il laboratorio fin dal I anno di corso. Vengono a tale scopo organizzati incontri di orientamento, con la partecipazione sia di docenti Sapienza che di ricercatori di enti di ricerca esterni, i quali presentano le diverse proposte di progetti di tesi disponibili. Inoltre, l’organizzazione delle lezioni, articolata su soli tre giorni settimanali, permette fin dal I anno di riservare le altre due giornate alla frequenza del laboratorio per tesi.

Quando deve essere effettuata la scelta tra il curriculum biomolecolare e quello
bioingegneristico?

Essendo tutti gli insegnamenti del I anno di corso comuni ad entrambi i curricula, allo studente viene richiesto di esplicitare la propria scelta, relativamente al percorso che intenderà intraprendere, entro la fine del I anno. Normalmente viene organizzato un apposito incontro di orientamento per permettere agli studenti di confrontarsi con i docenti e con alcuni laureati, prima di effettuare la scelta.

La laurea magistrale in Biotecnologie Mediche (classe LM-9) è equipollente alle lauree magistrali in biologia per l’accesso ai concorsi pubblici in ambito medicosanitario?
Sì, ai sensi del D.M. 28/06/2011, ai fini della partecipazione ai concorsi pubblici in ambito medicosanitario, la suddetta laurea magistrale è equipollente alle lauree specialistiche e magistrali della
classe 6/S – LM–6 Biologia.

Per eventuali altre domande non comprese nell’elenco, contattare la segreteria didattica del corso: clsbiotecnologie@uniroma1.it
Per domande relative al pagamento delle tasse, compresi i chiarimenti sulle tempistiche per l’invio dell’isee, rivolgersi alla segreteria studenti: segrstudenti.medicina@uniroma1.it

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma